Spezzano le zampe al leoncino per le foto con i turisti

Petizione creata da:

AnimaLive

Firme 0

Obiettivo 10000

FIRMA
  • Sandro Vernamonte ha firmato la petizione 11 giorni fa
  • Stefano Fuschetto ha firmato la petizione 17 giorni fa
  • Fabiana Prisco ha firmato la petizione 28 giorni fa

Spezzano le zampe al leoncino per le foto con i turisti

Lo avevano trovato così, mezzo congelato e con le zampe posteriori spezzate, mentre si leccava le ferite legato ad un fienile abbandonato nella regione russa del Daghestan.
La drammatica storia di Simba, il cucciolo di leone era iniziata quando, a sole poche settimane di vita, era stato strappato alla madre da qualcuno che aveva visto in quel tenero leoncino, la possibilità di fare soldi. Così, nel giro di pochi giorni, sarebbe partito il business rappresentato da quel cucciolo smarrito offerto da un fotografo senza scrupoli ai turisti per le foto.
E allora, mentre le foto non si contavano più, anche il tempo inesorabilmente passava e quel cucciolo che cresceva, aveva cominciato a farsi più intraprendente. Tanto che ormai, riuscire a scattare una foto con Simba, che scappava da tutte le parti, era diventato un problema. Bisognava trovare una soluzione. E la soluzione, per quell'uomo, è stata quella di spezzargli le zampe posteriori così da limitarne il movimento.

Ecco, finalmente niente più foto mosse. Il fatto poi, che il leone aveva cominciato a stare davvero male, era stato successivamente risolto con quello strano abbandono che ancora è al vaglio degli inquirenti. Sì perchè, dopo il ritrovamento, operato da un team specializzato che aveva scoperto tutta una serie di sevizie operate contro il povero leoncino, il veterinario, Karen Dallakyan, autore delle immagini che pubblichiamo e che aveva commentato: «il leoncino ha sofferto un oceano di dolore per colpa dell'uomo», il caso del leoncino Simba era srrivato sul tavolo del leader del Cremlino Putin che, aveva immediatemente promesso indagini serrate contro il torturatore.
Nel frattempo, Simba è stato operato e, con difficoltà, tenta i suoi primi passi aiutato dai medici che lo sostengono per le zampe. E' ancora presto per un completo ristabilimento ma i medici sono ottimisti. Il suo mantello comincia ad essere folto e mangia. Inomma, sta tornando ad essere un leone.

Chiediamo che episodi barbari come questo non si ripetano mai più.
C'è bisogno di pene esemplari e leggi che vietino tali assurdità!

Condividi su:

Petizioni simili

Spezzano le zampe al leoncino per le foto con i turisti 16/06/2020 | firmiamo.it

firmiamo.it è un marchio commerciale di Media Asset spa copyright 2010 - 2024

P.IVA 11305210012
Azienda certificata ISO 27001 numero: SNR 11572700/89/I
Azienda certificata ISO 9001 numero: SNR 59022611/89/Q

Informativa
Noi utilizziamo cookie o altri strumenti per finalità tecniche e, previo il tuo consenso, anche cookie o altri strumenti di tracciamento, anche di terze parti, per altre finalità (“interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell'esperienza”, “misurazione” e “targeting e pubblicità”) come specificato nella cookie policy.
Per quanto riguarda la pubblicità, noi e terze parti selezionate, potremmo trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per le seguenti finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto.
Per selezionare in modo analitico soltanto alcune finalità è possibile cliccare su “Personalizza”.
Chiudendo questo banner tramite l’apposito comando “Continua senza accettare” continuerai la navigazione del sito in assenza di cookie o altri strumenti di tracciamento diversi da quelli tecnici.