Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Petizione per il ripristino dei principi costituzionali

  • firme
    0 / 1000

    Creata da
    Giorgio Coati

  • petizione

    I cittadini sottoscritti intendono rivolgersi ai pubblici ufficiali, ai magistrati, ai parlamentari, ai presidenti delle istituzioni statali e regionali; intendono rivolgersi altresì ai sindaci dei comuni per il ripristino dei principi costituzionali, compreso il principio del diritto al lavoro e della sovranità che spetterebbe al popolo, compresi i principi della solidarietà inderogabile e, compreso il ripristino dell’art. 3 della Costituzione, norma parametro. Se i governi non riescono a rispettare questo principio spetta ai comuni applicarlo per il principio di sussidiarietà, si ritiene decurtando le risorse che pretende lo Stato.

    Sono discriminati i giovani per la disoccupazione e gli anziani che si son visti anche rispondere: “lei non ha versato un contributo volontario”, che è un esempio di motivazione irragionevole di malagiustizia.

    Altrettanto irragionevoli sono i così detti “paletti” che discriminano sulle pensioni.

    Per il diritto antidiscriminatorio, i diritti acquisiti per i magistrati non possono che valere ugualmente per tutti i lavoratori, e per tutti i pensionabili.

    No alla Legge Fornero, perché danneggia i cittadini, anche imprenditori, artigiani e tante altre categorie e danneggia il ciclo economico.

    No ad un Senato di nominati.

  • carla bonasera ha firmato la petizione 30 giorni fa
  • Alessandro Cuomo ha firmato la petizione 8 giorni fa

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.