PETIZIONE PER ABOLIRE IL CONTRIBUTO MINIMALE INPS

Petizione creata da:

F. G. e diretta a Scopri di più

Firme 0

Obiettivo 5000

FIRMA
  • MICHELA FASANELLA ha firmato la petizione 9 giorni fa
  • ELENA FONTANA ha firmato la petizione 3 giorni fa
  • Sara Bernini ha firmato la petizione 18 giorni fa

PETIZIONE PER ABOLIRE IL CONTRIBUTO MINIMALE INPS

Oggi in Italia chi vuole avviare una nuova attività come commerciante o artigiano sa che ogni anno, indipendentemente dal fatturato che farà, dovrà pagare oltre 2.900 € allo Stato.
Questa è infatti la cifra che, al momento in cui scriviamo, corrisponde al contributo minimale INPS. L’importo di tale contributo è calcolato su un’ipotesi di reddito minimo di 14.552 € che, secondo lo Stato, ogni attività commerciale o artigianale dovrebbe certamente portare a casa in un anno.
Questo contributo obbligatorio ogni anno blocca migliaia di iniziative imprenditoriali sul nascere, in quanto chi vorrebbe tentare di avviare una nuova attività, non vuole correre il rischio di dover dare allo Stato un importo magari superiore a quello che riesce a guadagnare. E molte di queste porterebbero lavoro, esportazioni, entrate pubbliche.
Noi di Contipronti.it quasi ogni giorno, per il tipo di servizio che offriamo, sentiamo di giovani che rinunciano ad avviare la propria attività, o a mettersi in regola, a causa di quei quasi tremila euro che gli vengono chiesti a prescindere.

Per questo CHIEDIAMO L’ABOLIZIONE DEL CONTRIBUTO MINIMALE INPS.

Lo abbiamo già chiesto a novembre 2010 all'On. Luigi Casero del PdL e l'On. Alessia Mosca del PD, in occasione del Venture Camp di Mind the Bridge (minuto 45 e 19 secondi del video). E lo abbiamo chiesto di nuovo a maggio 2011 ad Antonio Mastropasqua, Presidente dell'INPS, nel corso di ItaliaCamp a Milano.
Ci riproviamo qui.

Il contributo minimale INPS è frutto di una concezione vecchia, per cui un’attività commerciale o artigianale di certo porta a casa quei mille euro al mese, altrimenti non avrebbe senso, e non ci si fida di chi ne dichiara meno.
Non tiene conto di un mondo che è cambiato e in cui un’attività di impresa viene lanciata in mezzo a tante altre cose, ad esempio lo studio, e non considera attività imprenditoriali nuove come l’e-commerce che, diversamente da un’attività di vicinato, può portare una clientela enorme o nulla, a seconda del variare di tanti fattori che talvolta non sono prevedibili. Se si vendono prodotti su Internet e su ogni transazione si guadagnano 10 €, per raggiungere quel reddito minimale bisogna realizzare 1.455 vendite. E chi ci ha provato sa che già realizzare la prima vendita è un traguardo da festeggiare.
Siamo convinti che l’abolizione del contributo minimale INPS possa liberare la voglia di fare impresa in Italia, possa aiutare la ripresa economica del nostro Paese e procurare maggiori entrate nelle casse dello Stato, a causa dell’aumento delle attività imprenditoriali. Inoltre è una riforma a costo zero, in quanto ai minori contributi corrispondono minori futuri versamenti pensionistici.

Condividi su:

Petizioni simili

PETIZIONE PER ABOLIRE IL CONTRIBUTO MINIMALE INPS 09/05/2011 | firmiamo.it

firmiamo.it è un marchio commerciale di Media Asset spa copyright 2010 - 2024

P.IVA 11305210012
Azienda certificata ISO 27001 numero: SNR 11572700/89/I
Azienda certificata ISO 9001 numero: SNR 59022611/89/Q

Informativa
Noi utilizziamo cookie o altri strumenti per finalità tecniche e, previo il tuo consenso, anche cookie o altri strumenti di tracciamento, anche di terze parti, per altre finalità (“interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell'esperienza”, “misurazione” e “targeting e pubblicità”) come specificato nella cookie policy.
Per quanto riguarda la pubblicità, noi e terze parti selezionate, potremmo trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per le seguenti finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto.
Per selezionare in modo analitico soltanto alcune finalità è possibile cliccare su “Personalizza”.
Chiudendo questo banner tramite l’apposito comando “Continua senza accettare” continuerai la navigazione del sito in assenza di cookie o altri strumenti di tracciamento diversi da quelli tecnici.