NO ISLAMIZZAZIONE DIFENDIAMO LA NOSTRA CULTURA

Petizione creata da:

F. S. e diretta a Scopri di più

Firme 0

Obiettivo 500000

FIRMA
  • anna godino ha firmato la petizione 10 giorni fa
  • Sandra Dal Santo ha firmato la petizione 10 giorni fa
  • Dania Arlotti ha firmato la petizione 10 giorni fa

NO ISLAMIZZAZIONE DIFENDIAMO LA NOSTRA CULTURA

#salviamolanostraCultura

Partiamo dal concetto oramai comprovato che “ QUALCUNO ” sta tentando di islamizzare il Bellissimo Popolo Italiano, che il Padre nostro ci aiuti !. Mi giungono Voci da più parti sia in ambito Civile che non di un fatto palese, la situazione è talmente degenerata che ove non poniamo immediatamente un “ ALT ” a quello che sta succedendo, ovvero l'Islamizzazione dell'Italia che in alcune nostre grandi città, è già in fase avanzata, la Fine del Cristianesimo e destinata ad essere irreversibile e con essa la Cultura occidentale così comei dai nostri Avi è stata tramandata e noi l’abbiamo ereditata.

Per finire la costituzione del partito Islamico sarà realtà viste anche le connivenze di alcuni “ poteri ! e allora dobbiamo iniziare a preoccuparci seriamente ma questo non vuol dire che abbiamo perso vuol dire che dobbiamo " DOVETE " attivarvi subito !! siamo soli e lo resteremo ! ! ! oramai si stanno Infiltrando ovunque e sarà non facile perchè questa è una guerra che ci hanno dichiarato, noi la Vinceremo ma:

Solo se vi attiverete subito e ci darete la Vostra fiducia ! come ? Firmando, Commentando e Condividendo questa Petizione,

il Primo passo ? dimostrare legalmente che L’ISLAM non è una Religione di pace, bensì un modo di imporre alcuni dettami, e bisogna farlo subito. Cercheranno di dissuaderci, ma ! se sarete e saremo più di 50.000 - 100.000 - 200.000, ci dovranno ascoltare, il nostro obbiettivo non sarà la Violenza ma la Giustizia, se chiederemo che la nostra Cultura Cristiana, i nostri valori siano al centro della loro attenzione, dovranno accettare e seguire le volontà del popolo italiano.... l’Integrità dello Stato, il nostro tricolore, e la Croce, le stesse persone che hanno permesso che si radichi in Italia una “ pseudoreligione ” in netto con la nostra Costituzione e le nostre leggi , che nulla ha a che vedere con la nostra Cultura , e Tradizione. Per la Suprema Corte «non è tollerabile che l'attaccamento ai propri valori porti alla violazione cosciente di quelli del Paese ospitante». «In una società multietnica, si legge nel verdetto della Corte di Cassazione: " la convivenza tra soggetti di etnia diversa richiede necessariamente l'identificazione di un nucleo comune in cui immigrati e società di accoglienza si debbono riconoscere". Se l'integrazione non impone l'abbandono della cultura di origine, in consonanza con la previsione dell'art. 2 della Costituzione che valorizza il pluralismo sociale, il limite invalicabile è costituito dal rispetto dei diritti umani e della civiltà giuridica della società ospitante». La stessa giurisdizione in atto della sentenza di Corte di cassazione dice che : In una società multietnica , l’immigrato ha l’obbligo di « conformare i propri valori a quelli del mondo occidentale, in cui ha liberamente scelto di inserirsi, e di verificare preventivamente la compatibilità dei propri comportamenti con i principi che la regolano». “ In realtà, sottolineano i Giudici, « la decisione di stabilirsi in una società in cui è noto, e si ha consapevolezza, che i valori di riferimento sono diversi da quella di provenienza ne impone il rispetto e non è tollerabile che l’attaccamento ai propri valori , seppure leciti secondo le leggi vigenti nel paese di provenienza, porti alla violazione cosciente di quelli della società ospitante

Condividi su:

Petizioni simili

NO ISLAMIZZAZIONE DIFENDIAMO LA NOSTRA CULTURA 09/08/2018 | firmiamo.it

firmiamo.it è un marchio commerciale di Media Asset spa copyright 2010 - 2024

P.IVA 11305210012
Azienda certificata ISO 27001 numero: SNR 11572700/89/I
Azienda certificata ISO 9001 numero: SNR 59022611/89/Q

Informativa
Noi utilizziamo cookie o altri strumenti per finalità tecniche e, previo il tuo consenso, anche cookie o altri strumenti di tracciamento, anche di terze parti, per altre finalità (“interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell'esperienza”, “misurazione” e “targeting e pubblicità”) come specificato nella cookie policy.
Per quanto riguarda la pubblicità, noi e terze parti selezionate, potremmo trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per le seguenti finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto.
Per selezionare in modo analitico soltanto alcune finalità è possibile cliccare su “Personalizza”.
Chiudendo questo banner tramite l’apposito comando “Continua senza accettare” continuerai la navigazione del sito in assenza di cookie o altri strumenti di tracciamento diversi da quelli tecnici.