Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Diritto alla mobilità....senza la 104

  • firme
    0 / 50000

    Creata da
    Mary Calabrò

  • petizione

    l personale della scuola, ha diritto a chiedere, annualmente, il trasferimento della sede di servizio presentando apposita domanda all’USP di competenza. In seguito, viene redatta una graduatoria sulla base del punteggio raggiunto, punteggio che si acquisisce con l’anzianità di servizio. Nella provincia di Agrigento, però, il diritto alla mobilità esiste solo sulla carta: di fatto, ogni anno, i pochi posti disponibili per i trasferimenti vengono ottenuti da coloro che godono dei benefici della L. 104/92 che hanno, quindi, nelle operazioni di mobilità la precedenza assoluta. In provincia di Agrigento il numero di insegnanti, operatori e Dirigenti che usufruiscono di tali benefici è altissimo, come risulta subito evidente dal confronto con analoghe graduatorie di altre province, anche siciliane. Per tale motivo, coloro che non hanno certificazioni di handicap grave da esibire, non hanno alcuna possibilità di ottenere il trasferimento.

    Appare inverosimile e sicuramente suscita dubbi e sospetti, un numero così alto di persone con malattie invalidanti e affetti da patologie tali da essere dichiarati “handicappati gravi”. E’ necessario fare chiarezza al fine di tutelare i diritti di tutti i lavoratori, anche di quelli che usufruiscono di tali benefici nel rispetto della legge. E’ necessario effettuare indagini e controlli sul personale che ha già ottenuto il trasferimento presentando tali certificazioni, è necessaria una seria attività di verifica circa la sussistenza delle condizioni richieste dalla normativa ed un’eventuale revoca al venir meno di tali condizioni, perché in questo caso si tratterebbe di una truffa ai danni di coloro che, con tanti anni di servizio, hanno maturato punteggi notevoli e hanno, quindi, il diritto di ottenere il trasferimento. Gli accertamenti , inoltre, dovrebbero essere effettuati da strutture sanitarie statali quali gli ospedali militari e le ASP di altre regioni, sicuramente non dalle aziende sanitarie di appartenenza, che hanno rilasciato la certificazione.
    In passato, vari gruppi di insegnanti, hanno presentato lettere di protesta e denuncia alla Procura di Agrigento, e richiesto, alle testate regionali, ai sindacati e al Ministero della Pubblica Istruzione, un’azione di controllo e verifica. Nulla, però, si è mai ottenuto; evidentemente non c’è nessuna volontà a fare chiarezza.

    I firmatari chiedono:
    1) Un’ attività di controllo sul personale scolastico che ha ottenuto il trasferimento usufruendo della precedenza Art. 21 L. 104/92, al fine di verificare la sussistenza delle condizioni richieste dalla normativa. Gli accertamenti dovranno essere effettuati da strutture sanitarie statali quali gli ospedali militari e/o le ASP di altre regioni.
    2) Che venga destinata, alle precedenze, una percentuale pari al 50% dei posti disponibili nelle operazioni di mobilità.
    3) Che venga pubblicata ogni anno la graduatoria definitiva dei trasferimenti comprensiva di punteggio.

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.