Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Abusi ai diversamente abili!

  • firme
    0 / 5000

    Creata da
    Riccardo Irrera

  • petizione

    Gli abusi ai diversamente abili, vengono perpetrati continuamente e in vari modi...iniziamo da quello che sembra il più banale...occupare gli stalli a loro adibiti da parte di persone che non ne hanno diritto...ci sono due categorie che lo fanno, la prima è quella dell'automobilista che vi posteggia non esponendo l'apposito tagliando che ne consente la sosta...il secondo è quello che l'occupa esponendo il tagliando senza però averne titolo (tagliando di un parente o affine, che non era a bordo). In ambe due i casi sono reati, nel primo si può intervenire con organi di polizia che verbalizza l'infrazione e fa rimuovere dallo stallo il mezzo ripristinandone l'utilità per chi ne avrebbe diritto, nel secondo c'è l'aggravante del dolo, dell'intenzionalità di fare i furbi non solo a danno del diversamente abile, ma anche nei confronti dell'organo di polizia che difficilmente potrà intervenire sull'autovettura in sosta. Ecco la proposta, nel primo caso normale procedura, già punitiva da sè, in quanto verbale, rimozione mezzo e decurtazione punti sulla patente. Nella seconda, l'organo di polizia fotografa tagliando esposto e mezzo con targa, attraverso la banca dati del municipio di appartenenza, ufficio viabilità e quello dell'Aci, confrontare se il mezzo appartiene di fatto all'intestatario del tagliando e quindì, non avviare procedure ulteriori di approfondimento, se non risulta, esiste la possibilità che questo mezzo sia al servizio del diversamente abile (ricordiamoci che il contrassegno è intestato all'avente diritto e non legato al veicolo), in tal caso avviare immediato accertamento, controllando se all'indirizzo di casa vi sia l'avente diritto e quindì accertare nell'immediatezza il dolo, per poi procedere a quanto accade nel primo caso, aggiungendo come reato penale quanto previsto per legge e sequestrando mezzo e contrassegno per tutto il periodo della definizione del processo. In questo caso avremo due benefici, primo che i furbi non la passerebbero liscia, secondo che per un bel po, non avrebbero la possibilità di farla da padroni sui diritti degli altri e di certo ci penseranno due volte prima di fare lo stesso reato. Lo sò può sembrare complicata la cosa, ma credetemi, a un diversamente abile, tutto ciò viene ancora più complicato, in quanto privato di fatto di un suo diritto...la mobilità con il suo ausilio (il veicolo) per gli spostamenti in città. In più gli organi di polizia, avrebbero modo d'intervenire più tempestivamente e perseguire a norma di legge questo malcostume dilagante, in quanto allo stato attuale anche per loro se non li beccano sul fatto, hanno di fatto le mani legate. Votiamo in modo che si arrivi ad essere realmente una società civile e non una società che premia i furbi e gli scorretti. Ricordiamoci che non si nasce solo diversamente abili...lo si può anche divenire, per cui difendiamo i loro diritti che nello stesso tempo non sappiamo se nel futuro avremo difeso gli stessi per noi con precedente prudenza!

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.