Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Lavorare gratis è un abominio: Jovanotti si deve scusare!

  • firme
    0 / 5000

    Creata da
    Marta Colombo

  • petizione

    "Lavora per noi, non abbiamo budget ma ti fai una bella esperienza!"

    "Lavora per noi, non ci sono soldi ma puoi dire in giro che sei stato in un'azienda di un certo tipo, siamo conosciuti sai?!"

    "Lavora per noi, anche se non ti paghiamo ti fai un gran curriculum, poi qualcuno che ti paga lo trovi di sicuro… da un’altra parte”

    Devo continuare? Perché di risposte così oggi esistono mille varianti, un po' dettate dalla crisi reale, un po' dettate dalla furbizia di chi la crisi ha deciso di cavalcarla alla grande per risparmiare. I primi a farne le spese siamo noi giovani appena sfornati dalle università, che per anni, mentre stavamo chinati sui libri, ci siamo sentiti ripetere nelle orecchie come una nenia che per noi non c'era un futuro oltre quei tomi: “Non troverete lavoro. Non guadagnerete. Sarete nessuno”.

    E proprio in una facoltà è arrivato pochi giorni fa Jovanotti a fare il suo bel discorsetto: "Ultimamente ho partecipato a diversi festival in America con la mia musica e vedevo tantissimi ragazzi che lavoravano. Ad un certo punto ho chiesto: scusate, ma questi chi li paga? Mi hanno risposto: sono volontari, lavorano gratis, ma si portano a casa un'esperienza. Così mi sono ricordato che quando ero ragazzo anche io lavoravo gratis alle sagre e mi divertivo come un pazzo. Imparavo ad essere gentile con le persone, se mi avessero detto non lo fare, vai in colonia, sarebbe stato peggio. Ma per me quel volontariato lì era una festa anche se lavoravo alla sagra della ranocchia...Mi dava qualcosa".

    Ecco, Jovanotti, a prescindere dal tuo reale intento che sicuramente non aveva una cattiveria di base, nessun dubbio al riguardo, bisogna stare molto attenti quando si parla, tu per primo sai dell'importanza della scelta delle parole. Di fronte a quei giovani, a cui tutti dicono che non avranno mai un lavoro, che sono già vittime predestinate degli avvoltoi del volontariato imposto per fare esperienza, davanti a loro non puoi dire questo. "Lavoro gratis" è un controsenso abominevole, il “volontariato imposto" è il male del nostro secolo insieme al lavoro sottopagato e in nessun modo va avallato, tantomeno da un personaggio pubblico che tanto la gente segue e ascolta.

    Non vogliamo quindi che Jovanotti si giustifichi, rettifichi o cambi versione. Vogliamo che Jovanotti chieda scusa perché questa volta, anche se senza intenzione, è andato veramente troppo, ma troppo, oltre.

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.