Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • UNITÀ DI PEDAGOGIA SCOLASTICA SICILIA: SOSTIENI IL DISEGNO DI LEGGE

  • firme
    0 / 500

    Creata da
    Educatori professionali socio-pedagogici e pedagogisti

  • petizione

    Istituzione dell'Unità Regionale di Pedagogia Scolastica per la promozione del diritto all'educazione e allo studio DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA PARLAMENTARE Art. 1 Principi 1. La Regione Siciliana riconosce che il sistema scolastico e formativo è strumento fondamentale per lo sviluppo complessivo del proprio territorio e che si rendono necessari interventi per incentivarne e migliorarne l'organizzazione e l'efficienza, per ottimizzare l'utilizzazione delle risorse e per renderne più agevole l'accesso a coloro che ne sono impediti da ostacoli di ordine economico, sociale e culturale. 2. Per realizzare gli obiettivi di cui al comma 1, la Regione promuove e sostiene azioni volte a rendere effettivo il diritto all'educazione, allo studio e all'apprendimento per tutta la vita, sancito dalla Costituzione, definito dalle leggi dello Stato e nel rispetto delle competenze degli enti locali e del principio di sussidiarietà. Art.2 Finalità 1. La Regione istituisce l'Unità di Pedagogia Scolastica, di seguito denominata UPS. 2. L'UPS è una struttura di supporto che opera al servizio della scuola, del personale docente e amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA), degli alunni e delle alunne di tutte le età e delle loro famiglie, costituita da pedagogisti ed educatori professionali socio-pedagogici ai sensi dell'Art. 1, commi 594-601 della Legge 205/2017, i quali operano in ambito educativo, formativo e pedagogico, in rapporto a qualsiasi attività svolta in modo formale, non formale e informale, nelle varie fasi della vita . 3. L'UPS attua analisi del contesto educativo, raccolta dati, strategie, metodologie e strumenti di intervento pedagogico, educativo e formativo, al fine di affrontare la crescente complessità delle relazioni educative, prevenire ed intervenire in situazioni di povertà educativa, prevenire le forme di difficoltà scolastiche, di disagio e di abbandono, con particolare riferimento a fenomeni quali la violenza, il bullismo, il cyberbullismo, nonché di favorire il pieno sviluppo delle potenzialità degli studenti attraverso il sostegno e la valorizzazione delle capacità educative dei genitori, degli insegnanti e di tutta la comunità scolastica. 4. Le figure del pedagogista e dell'educatore professionale socio-pedagogico che compongono l'UPS operano per lo sviluppo armonico degli alunni e delle alunne e per la valorizzazione della professionalità di quanti operano nel sistema scolastico, in un contesto di promozione del benessere educativo delle persone coinvolte contribuendo alla crescita complessiva della qualità dell'educazione e dell'istruzione, degli apprendimenti e della formazione in ambito regionale. Art. 3 Obiettivi 1. L'UPS tutela i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza valorizzando la naturale esperienza scolasti nel pieno rispetto dei bisogni educativi di ognuno, dell'identità personale, culturale e sociale, in particolare: a) interviene nelle situazioni di difficoltà e facilita la relazione creando un clima relazionale positivo tra scuola, famiglia e servizi territoriali (ASL, servizi sociali, terzo settore) attuando processi di collaborazione sinergica e favorendo il consolidamento del patto di corresponsabilità educativa; b) promuove negli alunni e nelle alunne la motivazione allo studio e la fiducia in se stessi accrescendo la consapevolezza dei propri processi di apprendimento; c) favorisce i processi di apprendimento e la creazione di contesti inclusivi, facilitando i docenti nel percorso di inclusione e di supporto didattico, fornendo strategie educative e pedagogiche funzionali all'apprendimento e al successo formativo degli alunni nel rispetto dei bisogni educativi personali e speciali; d) previene e contrasta il disagio, la povertà educativa, l'insuccesso formativo, la dispersione e l'abbandono scolastico, il bullismo e il cyberbullismo, nel rispetto e in raccordo con le previsioni delle leggi nazionali in materia; e) promuove l'inclusione attraverso l'educazione al rispetto delle differenze di genere, culturali, politiche e religiose; f) promuove l'attivazione di progetti e percorsi laboratoriali finalizzati all'educazione alla cittadinanza attiva e alla convivenza civile, sociale e solidale, quale parte integrante dell'offerta formativa; g) sostiene la genitorialità e valorizza le competenze delle famiglie anche attraverso azioni di sensibilizzazione nelle comunità locali, con particolare riferimento alle aree colpite da fenomeni di povertà educativa; h) promuove azioni di supporto e consulenza operativa ai docenti per la sperimentazione di metodologie didattiche innovative, di gestione relazionale della classe e dell'ambiente, di attività educative inclusive, con particolare riferimento agli alunni con bisogni educativi speciali; i) sostiene l'autonomia scolastica nell'elaborazione di progetti che forniscano efficaci risposte alle problematiche del territorio, con particolare attenzione alla aree geograficamente più svantaggiate, soprattutto attraverso l'estensione e la qualificazione dei tempi scuola e l'adozione di modelli e strategie didattiche innovative. Art. 4 Destinatari, funzioni e attività previste 1. L'UPS assume come destinatari delle proprie attività: a) docenti o gruppi di docenti, discenti, genitori e personale ATA; b) singole istituzioni scolastiche o reti di scuole; c) agenzie e strutture gestionali e amministrative, periferiche e/o centrali, del sistema dell'istruzione, attive presso gli enti locali, operanti nel sistema scolastico regionale o comunque attive nel campo della progettazione, realizzazione e valutazione delle iniziative educative rivolte all'infanzia e ai giovani. L'UPS esercita le proprie funzioni attraverso le seguenti tipologie di attività, realizzate anche in collegamento e collaborazione - fatte salve le rispettive competenze e autonomie - con altri servizi territoriali, con le università e le strutture e gli uffici del sistema scolastico regionale: a) rilevazione della domanda formativa e dei bisogni pedagogico-educativi emergenti; b) elaborazione di modelli, strategie, metodologie e strumenti di intervento (anche attraverso specifiche forme di sperimentazione) nei diversi ambiti di interesse (didattica, organizzazione scolastica, relazioni intra e interistituzionali); c) progettazione e realizzazione di iniziative formative rivolte al personale scolastico, ai genitori e agli studenti con informatizzazione dei fenomeni di emergenza educativa nelle scuole; d) realizzazione di attività e interventi di carattere educativo, formativo e pedagogico nelle istituzioni scolastiche, in particolare: - consulenza e sostegno educativo e pedagogico - individuale e/o di gruppo, attraverso momenti di dialogo, gruppi di narrazione, laboratori che coinvolgano docenti, genitori e alunni. - formazione pedagogico-didattica ai docenti per la realizzazione di un clima relazionale e d'apprendimento positivo nel contesto classe e promozione dell'autoformazione e condivisione delle buone prassi; - progettazione, formazione e monitoraggio per lo sviluppo di ambienti di apprendimento efficaci tramite l'utilizzo di nuove metodologie didattiche, neuropedagogiche ed inclusive. Art.5 Organizzazione 1. L'organizzazione e le modalità di funzionamento dell'UPS insieme ai criteri e modalità di concessione dei finanziamenti da attuarsi con avviso pubblico, sono definite dalla Giunta regionale con regolamento da emanarsi entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge. Art.6 Clausola di invarianza 1. La presente legge non comporta variazioni in aumento o in diminuzione a carico del bilancio regionale. Art. 7 Norma finale 1. La presente legge saraÌ pubblicata nella Gazzetta ufficiale della Regione siciliana. 2. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione VOTA ANCHE SUL SITO ARS https://w3.ars.sicilia.it/edem/ddl.jsp?idCed=7951&simple=false

  • Mariacristina Proserpio ha firmato la petizione 22 ore fa
  • Maurizio Gagliardi ha firmato la petizione 14 giorni fa
  • Marco Serrao ha firmato la petizione 15 giorni fa

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.