Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • stop finanziamento ai giornali

  • firme
    0 / 50000

    Creata da
    Giorgio Gurrieri

  • petizione

    siamo alla rovina,ma la colpa principale e sempre e solo dei "giornalai" italiani,la propaganda del regime, se solo sarebbero stati "liberi", avrebbero fatto di tutto per mettere al corrente il popolo di quello che stavano combinando in parlamento. e stanno ancora nascondendo, una cosa spaventosa, il buco,la voragine,in cui versa l'inps,tra breve non potrà pagare le pensioni di anzianità, se fate due conti, le fabbriche e attività chiuse,aggiungiamoci la perdita dei posti di lavoro,la disoccupazione cronica in italia nord-centro e sud,mi dite voi dove prenderanno i soldi per pagare le pensioni? nessun giornalista e mai andato a verificare questo, perchè secondo voi? ecco il motivo:

     In Italia i giornali non conoscono la crisi. C'è mamma Stato a tenerli in vita. Una mammella sempre prodiga di finanziamenti pubblici grazie alle tasse degli italiani (le più alte del mondo!).Il governo di Rigor Montis con un voto bulgaro ha deliberato 120 milioni di euro cash per il foglio di giuliano ferrara, 2.985.120,88 (per l'anno 2010)

    finanziamento pubblico all'unità (giornaletto vicino al partito democratico) 5.267.860,38 di euro (per l'anno 2010) di finanziamenti a suo favore.

    La Padania esiste e prende i soldi da Roma ladrona, non la padania ma più modestamente un quotidiano finanziato con soldi pubblici (con l'assenso quasi unanime del Parlamento)
    3.406.422,86 euro (anno 2010). Dopo la mancetta al Trota, la mancia a Maroni.
    Altrettanto inoppugnabile è il finanziamento pubblico al giornale "Europa" della Margherita in pdmenoelle. Imperdibile per chi riesce a rintracciarlo in edicola. Costa all'erario solo 2.872.914,08 euro (per l'anno 2010). Pane e cicoria intanto lo mangiano gli italiani.
    UN VERO SCHIFO NAZIONALE Roma, il quotidiano del partito estinto Roma è il quotidiano di riferimento di FLI, il partito estinto. Il giornale Roma è parte-nopeo e parte-finanziato dalle nostre tasse. Difficilissimo trovarne una copia. E' una vera caccia al tesoro. Roma ha avuto comunque il suo tesoretto pubblico di 2.194.941,83 euro (per il 2010). Bocchino mi invii una copia di Roma. Vorrei accertarmi della sua esistenza. Della non esistenza dell'elettorato di FLI invece sono già più che certo.
    Italia Oggi, un quotidiano che tratta di economia reale, quella vera, attinge a soldi pubblici. Non è affatto una contraddizione. E' la risposta keynesiana alla crisi della carta stampata. Il finanziamento pubblico di 4.565.479 euro (per il 2010) a Italia Oggi è, a tutti gli effetti, un'operazione di mercato. Altro che assistenzialismo, serve a far ripartire il Paese!
    LURIDO VIGLIACCO DI UN PROFESSORE DELLA BOCCONI,PERCHE' NON TAGLI QUESTI FONDI PERDUTI CHE DAI ALLA TUA PROPAGANDA? VIGLIACCO PARASSITA L'Avvenire forse avrà un grande futuro, nomen omen, ma certamente ha un formidabile presente: un finanziamento pubblico di 5.092.265 euro (per il 2010). La Conferenza Episcopale Italiana (CEI) si rallegri. Il suo messaggio prepagato arriva a tutti gli italiani. Non fiori, ma opere di bene. Finanziate, ovviamente.
    E ANCORA Il Secolo d'Italia sta "con il Pdl" come è riportato nella sua testata. E anche un po' con Alemanno. E' il giornale dei record. Da Wikipedia: "La distribuzione è di 20.000 copie su tutto il territorio nazionale tranne le isole, secondo i dati della FIEG le rese rappresentano l'87% della tiratura e le copie effettivamente vendute sono 3.000 circa.". Con questi numeri da portento, il Secolo ha ricevuto finanziamenti pubblici di 2.433.356 euro (per il 2010). Il Secolo costa ai contribuenti più di 3 euro a copia venduta. Un affare di Stato. 

    hanno l'ordine di tacere, altrimenti? monti li taglia.siamo in un vero e proprio regime, pensate l'intercettazioni tra mancino e napoletano, non e uscita un sillaba sui giornali,proprio un capo mafia non sarebbe riuscito a fare di meglio. 

    siamo in mano alla criminalità organizzata, includo anche e sopratutto i magistrati  http://firmiamo.it/controllare-il-lavoro-svolto-dai-magistrati-da-enti-esterni#petition  

    SE VOLETE VIVERE IN PAESE LIBERO E SERIO, FIRMIAMO QUESTA PETIZIONE, SENZA DIMENTICARSI DI POSTARLA NEL VOSTRO SITO NELLA VOSTRA BACHECA, FATE GIRARE BISOGNA CHE QUESTI MAGNACCI PRIMA DI TAGLIARE I FINANZIAMENTI ALLE SCUOLE ALLA SANITA' DEVONO DIMEZZARSI IL LORO STIPENDIO, ANNULLARE TUTTI I LORO BONUS, E SOPRATTUTTO I FINANZIAMENTI A QUESTI CIALTRONI CHE SI FANNO CHIAMARE PURE GIORNALISTI. 

  • FULVIO FIORENTINI ha firmato la petizione 15 giorni fa
  • daniele galliano ha firmato la petizione 3 giorni fa

Informativa
Noi utilizziamo cookie o altri strumenti per finalità tecniche e, previo il tuo consenso, anche cookie o altri strumenti di tracciamento, anche di terze parti, per altre finalità (“interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell'esperienza”, “misurazione” e “targeting e pubblicità”) come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, noi e terze parti selezionate, potremmo trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per le seguenti finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto.

Per selezionare in modo analitico soltanto alcune finalità è possibile cliccare su “Personalizza”.

Chiudendo questo banner tramite l’apposito comando “Continua senza accettare” continuerai la navigazione del sito in assenza di cookie o altri strumenti di tracciamento diversi da quelli tecnici.