Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • STOP DIOSSINA E INQUINAMENTO INCENERITORE ILVA ENI

  • firme
    0 / 100000

    Creata da
    Francesco Tramonte

  • petizione

    Hanno portato il nostro territorio Tarantino, i paesi coinvolti sono Taranto, Statte, Massafra, Palagiano, Mottola, Martina Franca. Un area di 35 km2.

    Le Diossine e i PCB nell'aria aumentano sempre più, la chiusura di un impianto non significa la cessazione di questi veleni immessi nell'aria. Diossine e PCB si accumulano nel terreno. Questi veleni sono cancerogeni e responsabili di tutte le malattie neurodegenerative, in costante incremento come Parkinson e Alzheimer.

    Le industrie continuano ad inquinare, devono mettersi a norma, per abbattere le loro emissioni, devono attuare politiche di bonifica a loro spese di un vasto territorio MARTORIATO con gravi danni alle popolazioni e al comparto agro-zootecnico. Tutto è contaminato, dal latte alla verdura all'allevamento.

    Le diossine non sono solubili in acqua, ma molto solubili nei grassi e si depositano a vita nelle cellule umane. Attraverso particelle di cenere, possono essere trasportate e trovate sulle piante, ad esempio sull'erba. Quando i bovini brucano l'erba, la diossina viene assimilata dagli animali e conservata nei tessuti adiposi. Attraverso la mungitura dei bovini, la diossina viene eliminata con il latte. La diossina puó entrare nel corpo umano attraverso gli alimenti ed essere conservata nella parte grassa del corpo dove puó rimanere per lungo tempo. Proprio come accade per le bovine, il latte materno rappresenta la via piú importante per eliminare la diossina. A causa di ció, il latte umano contiene piccoli quantitativi di diossina.

    L’esposizione in utero può provocare immaturità motoria e iporiflessia alla nascita e un diminuito score psicomotorio fino ai due anni di età, oltre a una ridotta capacità di apprendimento.

    Gli effetti negativi generali sulla salute umana sono rappresentati da:
    -Dermotossicità (cloracne)
    -Endometriosi
    -Disturbi della funzione riproduttiva
    -Diabete mellito
    -Alterazioni del sistema endocrino
    -Teratogenicità
    -Effetti neurologici
    -Immunotossicità
    -Cancerogenicità.

    ADESSO BASTA !!! QUESTE INDUSTRIE (ENI TARANTO, ILVA TARANTO, INCENERITORE MASSAFRA) HANNO ROVINATO IL NOSTRO AMBIENTE E LORO DEVONO PAGARE CON LA BONIFICA DI 35 KM2 DI TERRITORIO !!!

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.