Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • STOP ALLE STRISCE BLU

  • firme
    0 / 1000

    Creata da
    F. R.

  • petizione

    AL SIG . SINDACO DEL
    COMUNE DI GRAGNANO

    ALL’ ASSESSORE ALL’ URBANISTICA DEL
    COMUNE DI GRAGNANO

    ALL'ASSESSORE AL COMMERCIO ED
    ATTIVITA' PRODUTTIVE
    DEL
    COMUNE DI GRAGNANO

    Oggetto: rimodulazione
    strisce blu e garanzia parcheggi liberi

    CONSIDERATO
    CHE:

    a) I commercianti e i titolari di esercizi pubblici di Gragnano soffrono un periodo di stagnazione e di crisi e non si ritiene opportuno che debbano sostenere anche le spese di parcheggio per portare avanti la loro attività.

    b) Anche se sono state previste riduzioni del costo orario per i residenti, i cittadini che non hanno disponibilità di garage e sono costretti a sostare la propria auto negli stalli di sosta a pagamento per l'intera giornata, non possono continuamente preoccuparsi di rinnovare il tagliando di sosta.

    c) La zona destinata a parcheggio a pagamento non rispetta l'art. 7, comma 8 del CdS. Infatti non si riscontrano adeguate e proporzionali aree riservate a parcheggio libero e gratuito in vicinanza alle aree destinate a parcheggio a pagamento.
    Pertanto eventuali contravvenzioni sono nulle comestabilito dalla Suprema corte di cassazione con la Sentenza n. 116/07.

    d) Occorre verificare che le zone destinate a parcheggio a pagamento rispettino l'art. 7, comma 6 del CdS poiché molte “strisce blu” non sono ubicate fuori della carreggiata (che va delimitata da una striscia bianca).

    e) Occorre verificare che le dimensioni degli stalli rispettino la normativa vigente, come da allegato tecnico al D.M. Infrastrutture e Trasporti 5 novembre 2001, n. 6792, poiché il mancato rispetto rende poco sicure le manovre di parcheggio.

    f) Occorre verificare che dimensione degli stalli di sosta per i
    disabili siano conformi a quanto previsto dal D.P.R. 16 settembre 1996, n° 503.

    g)Manca la divisione degli stalli di sosta paralleli alla sede stradale, rendendo impossibile un conteggio per una verifica del numero di stalli realizzati.

    SI CHIEDE

    1.di prevedere degli stalli gratuiti per i commercianti ed un dipendente, poiché il parcheggio a pagamento è un ulteriore aggravio economico per i commercianti in questo grave momento di crisi.

    2.Di prevedere un abbonamento mensile, congruo e sostenibile, per i residenti delle varie zone.

    3.Che su parte dell’area riservata alla sosta a pagamento, o su altra parte nelle immediate vicinanze, di riservare una adeguata area destinata a parcheggio libero e senza dispositivi di controllo di durata della sosta.

    4.Il rispetto l'art. 7, comma 6 del CdS

    5.L’adeguamento
    degli stalli di sosta alla normativa vigente secondo le misure previste dal ministero dei lavori pubblici, e la divisione in stalli dei parcheggi paralleli alla sede stradale.

    6.Che l’Amministrazione si impegni a bloccare, le multe rilevate nella zone a parcheggio a pagamento, dove l' art. 7, comma 6 e 8, non viene rispettato.

    7.Che la tariffa di sanzione prevista per la mancata esposizione del tagliando non sia superiore al doppio del costo del tagliando per il periodo di sosta, poiché il ministero dei Trasporti ha
    ripetutamente espresso il parere che, nel caso di sosta illimitata tariffata, l pagamento in misura insufficiente non costituisca violazione di una norma di comportamento, ma configuri unicamente una ''inadempienza contrattuale”.

  • Alessandra Lo Medico ha firmato la petizione 6 giorni fa

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.