Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Sospensione immediata dell'esecuzione dei ruoli relativi

  • firme
    0 / 10000

    Creata da
    Domenico Foglia

  • petizione

    Con la legge di riforma dell’ordinamento professionale, legge n. 247/2012, si è introdotto, all’art. 21, comma 8, l’obbligo di iscrizione contestuale all’albo degli avvocati e alla Cassa Forense, slegato dal reddito prodotto. Tale norma prevede, al comma 9 che “la Cassa nazionale di previdenza e assistenza forense, con proprio regolamento, determina, entro un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge, i minimi contributivi dovuti nel caso di soggetti iscritti senza il raggiungimento di parametri reddituali, eventuali condizioni temporanee di esenzione o di diminuzione dei contributi per soggetti in particolari condizioni e l’eventuale applicazione del regime contributivo”. 
La Cassa Forense ha dato attuazione al comma 9 della legge di riforma professionale con proprio regolamento, cui ha fatto seguito l’approvazione ministeriale in data 7 agosto 2014 e la successiva pubblicazione nella G.U. del 20 agosto 2014, con entrata in vigore il giorno successivo, 21 agosto 2014. Ciò ha comportato che un numero elevato dei nuovi entranti sia in procinto di lasciare l’Ordine per non sperperare i pochi euro incassati nelle scadenze previdenziali. Numerose sono le cartelle esattoriali notificate per il recupero forzoso dei contributi minimi relativi all'anno 2014. Se vuoi chiedere la sospensione del l'esecuzione dei contributi firma anche tu.

  • luca poggi ha firmato la petizione 26 giorni fa

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.