Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Salviamo il lago orchestra del Teatro Romano a Catania!

  • firme
    0 / 2000

    Creata da
    L. B.

  • petizione

    Il lago naturale ubicato nell’area dell’orchestra del Teatro Romano a Catania è il frutto di centinaia di anni di azione della Natura. Oltre che fonte di ammirazione e di attrazione per il turismo della città, è soprattutto un vero e proprio ecosistema di specie di flora e fauna autoctone, alcune persino protette. Sono difatti presenti pesci, anguille e tartarughe, oltre a piante palustri. E' di fatto, l'unica zona umida del centro storico di Catania. E’ presente, fra varia fauna avicola ed acquatica, la testuggine palustre siciliana. Questa specie è protetta dalla convenzione di Berna che ne fa divieto di cattura, detenzione degli esemplari selvatici e la distruzione degli habitat naturali.

    In questa meraviglia sono previsti carotaggi per lo studio della morfologia del terreno sottostante al Teatro romano di Catania e dell'andamento delle falde acquifere, con perforazioni per indagini geognostiche e per il drenaggio dell'acqua nell'area della scena.

    Le dimensioni delle trivellazioni, la natura del sottosuolo e l'incidenza del pesante macchinario sulle delicate strutture antiche minacciate dal trasporto dello stesso destano perplessità e preoccupazione anche per l’equilibrio dell’habitat dove diversi animali hanno trovato rifugio.

    Il corso d'acqua - per la sua storicità, per il suo interesse scientifico tanto geologico quanto naturalistico, per il fascino e per tutti quegli elementi che ne costituiscono la sua unicità - con i suoi occupanti deve essere visto come risorsa da utilizzarsi a fini turistici e di valore culturale aggiunto ad un bene già speciale, piuttosto che come una apparente situazione di degrado e di ostacolo per gli studi futuri.

    ENPA, unitamente a numerose associazioni locali, dà sin da ora la disponibilità al contributo finalizzato alla valorizzazione dell'insolito e raro ambiente con, ad esempio, la realizzazione di pannelli esplicativi che mettano in evidenza il rapporto tra la città antica con il suo ambiente naturale originario costituito anche dai numerosi corsi d'acqua di cui oggi l'Amenano è il più noto.

    A tal fine e per una più adeguata valutazione ENPA chiede la sospensione dei lavori e la convocazione a un tavolo di incontro.

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.