Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Riconoscimento della Professione del Pizzaiolo

  • firme
    0 / 10000

    Creata da
    Marco Faggiano

  • petizione

    PETIZIONE

    REGOLAMENTAZIONE DELLA PROFESSIONALE DEL PIZZAIOLO

    Alla cortese attenzione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e al

    Ministero dell'Istruzione,

    Università e Ricerca della Republica Italiana

    Ministro: On. Enrico Giovannini

    Viceministro: On. Cecilia Guerra

    Sottosegretari: On. Jole Santelli, On. Carlo Dell'Aringa

    Ministro: On. Maria Chiara Carrozza

    Sottosegretari: On. Gabriele Toccafondi, On. Marco Rossi Doria, On. Gianluca Galletti

    -------------------------------------------------------------------------------

    PROPOSTA

    La figura del Pizzaiolo pur avendo enormi spazi all’interno della ristorazione è

    poco considerata da molti titolari.

    Trattamenti poco idonei rispetto al nostro ruolo e preparazione ci rendono spesso

    insoddisfatti pur sapendo che la Pizza è un prodotto ormai molto apprezzato e

    ricercato in tutto il mondo, in particolar modo quella creata con materia prima

    Made in Italy e da operatori professionisti formati secondo le moderne tecnologie e

    la tradizione italiana.

    Una regolamentazione della professionale, oggi mancante ci darebbe spazio in seguito

    di organizzare il settore, dando o riconoscendo alla categoria, vari livelli di preparazione,

    cultura ed esperienza lavorando sopratutto in una direzione e cioè che il prodotto pizza

    venga preparato in tutto il mondo, solo ed esclusivamente con materie prime italiane e

    secondo la nostra secolare, inimitabile e variegata tradizione.

    OBIETTIVI DELLA CATEGORIA

    L’obiettivo principale della categoria è quello di garantire al consumatore professionalità nei

    locali e mangiare sano.

    Un protocollo d'intesa sarebbe necessario al fine di stabilire giusti criteri di formazione,

    criteri che devono attenersi ad uno studio a 360 gradi con il fine di formare l’operatore

    l’italianità del prodotto pizza e farla divulgare in tutto il mondo.

    OBIETTIVO A LUNGO TERMINE

    L’obiettivo a lungo termine è quello di insegnare l’arte del pizzaiolo in strutture riconosciute a

    livello ministeriale, statale e regionale magari integrandola nelle già esistenti

    scuole alberghiere e magari aggiungendo un periodo di tirocinio e non in

    strutture azzardate come le esistenti.

    Tale insegnamento deve essere stabilito da programmi ben precisi ,

    pratica e teoria devono viaggiare parallelamente come giustamente si usa fare nelle scuole

    alberghiere dando sia all'una che all'altra il giusto spazio, approfondimento ed importanza.

    Le scuole alberghiere hanno una storia nel nostro Paese,

    sarebbe auspicabile che la professione del pizzaiolo dopo attente e opportune valutazioni

    possa essere insegnata in esse e in strutture accreditate.

    FEDERAZIONE

    Vista la mancanza di tale Federazione, vista la mancanza di un criterio di valutazione

    univoco sulla preparazione del pizzaiolo e visto che tale figura deve essere valutata con

    merito ed anzianità e sottoposta alle autorità competenti affinché si possa procedere al

    suo riconoscimento istituzionale.

    Riteniamo che raccogliere e "censire" in un tempo massimo di 2 anni tutte le figure

    confacenti alla categoria (quali Pizzaioli e focacceri) permetta anzitutto di creare un

    quadro reale dei numeri in campo e successivamente operare per stabilire i metodi di

    riconoscimento e di formazione.

    Per questo e solo per questo chiediamo autorizzazione a procedere per raggiungere

    tali obiettivi, privi di qualsiasi interesse personale chiediamo oltre; che tale struttura rimanga

    nel tempo e che sia la casa di tutti i pizzaioli, riconosciuta dalle autorità governative,

    e che i pizzaioli stessi possano autogestirsi

    solo ed esclusivamente attraverso un tesseramento su tutto il territorio Nazionale.

    Petizione organizzata dal:

    Gruppo Pizzaioli in Giro per il Mondo

    Sito web : (GPGM) Pizzaioli in Giro per il Mondo

    (Si dichiara, ai sensi del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196

    “Codice in materia di trattamento dei dati personali” che le informazioni fornite non

    saranno utilizzate che per la presente petizione).

    _________________________________________________

    UNO DI NOI

    Io sono, un lavoratore,un artigiano, un uomo che opera con le sue mani,

    ma che usa la sua testa per realizzare qualcosa di magico

    qualcosa che prende vita, qualcosa che io, grazie alla mia esperienza

    maturata sul campo e le mie notti passate sui libri posso creare.

    Io sono un uomo,una donna, una persona che ha scelto di fare questo lavoro

    per passione per amore per vocazione, perché non è facile fare quello che

    facciamo noi, una professione che ci porta a fare mille rinunce, ci porta lontani

    dalle nostre famiglie ci ruba affetti e amicizie.

    Un lavoro che con il tempo ci logora il fisico, che ci impegna per intere giornate,

    notti, festività.

    Una professione che ad oggi ancora è bistrattata da datori di lavoro sempre

    più esigenti, da una crisi che soffoca i salari, da una concorrenza spesso sleale,

    da una disgregazione della categoria che ha portato solo al frazionamento

    delle mille scuole delle mille filosofie di pensiero e che si è ritorta su noi stessi.

    Io sono fiero del mio lavoro, io sono fiero di quello che faccio,

    io sono fiero delle rinunce che ho fatto per trovarmi qui oggi dietro questo banco,

    davanti a questo forno...

    Si perché io sono un PIZZAIOLO e sono stanco che questa parola spesso

    venga offesa.........

    Offesa da salari miserabili, offesa da condizioni di lavoro senza diritti,

    offesa da improvvisati sconsiderati che, legittimati da associazioni o scuole

    senza nessun valore reale, hanno invaso il mercato del lavoro creando il caos e

    delegittimando la nostra disfatta come professionisti.

    Offeso perché ad oggi ancora non posso essere fiero di vedere la mia

    figura professionale legalizzata, legittimata e riconosciuta a 360 gradi e

    tutto perché fa comodo a qualcuno che ha deciso che sulla nostra

    pelle deve lucrare.

    Oggi esiste una possibilità esiste una speranza, esiste la proposta che potrebbe

    finalmente cambiare tutto questo........

    esiste qualcosa che ci garantirebbe il rispetto dovuto da parte dei datori di lavoro,

    delle istituzioni, e dei colleghi operatori nella ristorazione.....

    Esiste la volontà di poter finalmente creare la figura

    del PIZZAIOLO come professionista...

    Io ci credo e tu?

    Io lo voglio e tu?

    NON IMPORTA DA CHE SCUOLA PROVIENI,

    NON IMPORTA SE SEI LEGATO A QUALCHE ASSOCIAZIONE

    IMPORTA CHE TU CREDA CHE SERVA UN CAMBIAMENTO,

    LA FORZA DELLA COESIONE E' CIO' CHE CI E' MANCATO FINO AD OGGI,

    AMMAINIAMO UTTE LE BANDIERE E LOTTIAMO INSIEME PER

    UN INTENDIMENTO COMUNE,

    L'ORGOGLIO DELL'ESSERE PIZZAIOLO!

    Uno di noi.............

    ------------------------------------------------------------------------------

    Si ringraziano per la

    Collaborazione tutti i Membri del Gruppo

    Pizzaioli in Giro per il Mondo (PGM)

  • Antonio Vera ha firmato la petizione 20 giorni fa

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.