Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Reati minori Depenalizzati - Violazione Carta dei Diritti

  • firme
    0 / 20000

    Creata da
    Marino SAVINA

  • petizione

    On.li Presidenti

    - Repubblica Italiana

    - Corte Europea dei Diritti dell'Uomo

    PETIZIONE EX ART. 50 COST. - Reati minori depenalizzati - Violazione Carta C.E.D.U.

    Il sottoscritto Dr. Marino SAVINA, Presidente dell'Associazione Nazionale Dipendenti Comparto Sicurezza internazionale, inoltra il presente atto, ex adverso Decreto legislativo di attuazione della Legge delega 67/2014, varato dal Consiglio dei Ministri, per violazione dei principi contenuti nella Carta Costituzionale d'Italia e nelle disposizioni richiamate nei 7 Titoli e rispettivi articoli, contenuti nella Carta Europea dei diritti dell'Uomo.

    PREMESSO

    Gli articoli di legge, di seguito richiamati nell'elenco, di fatto ed in diritto, violano in primis la tutela della persona, ulteriormente delineando una strategia normativa diretta a ledere anche i diritti della proprietà, dei Beni dello Stato, della salute e del commercio di sostanze nocive alla persona e degli animali.

    ma non solo, essendo tale disposizione normativa, diretta a ledere tutto quanto é riconducibile alla indiscutibile attività da parte dello Stato per la repressione dei reati contro il patrimonio e diretti prevenire la destabilizzazione dell'Ordine democratico, così come evidenziati nell'elenco di seguito trascritto:

    Sono in tutto 112 i reati che non faranno più andare in carcere chi li commette:

    DIRITTI DELLA PERSONA

    - Abbandono di persone minori o incapaci – art. 591 c.p. co.1-

    Abuso dei mezzi di correzione o di disciplina

    Adulterazione o contraffazione di cose in danno della pubblica salute

    Arresto illegale – art. 606 c.p.

    Atti osceni – art. 527 c.p.

    Atti persecutori (stalking) – art. 612 bis co.1

    Corruzione di minorenne – art. 609 quinquies co.1 c.p.

    Commercio o somministrazione di medicinali guasti – art. 443 c.p.

    Commercio di sostanze alimentari nocive – art. 444 c.p.

    Ingiuria – art. 594 c.p.

    Diffamazione – art. 595 c.p.

    Impiego dei minori nell’accattonaggio – art. 600 octies c.p.

    Incesto – art. 564 1 co. C.p.

    Interferenze illecite nella vita privata – art. 615 bis

    Lesione personale – art. 582 c.p.

    Lesioni personali colpose art. 590 c.p.

    Minaccia – art. 612 c.p.

    Omicidio colposo – art.589 c.p. co.1

    Percosse – art. 581 c.p.

    Sostituzione di persona – art. 494 c.p.

    Sottrazione di persone incapaci – art. 574 c.p.

    Sottrazione e trattenimento di minori all’estero – art. 574 bis

    Stato d’incapacità procurato mediante violenza – art. 613 c.p.

    Violazione degli obblighi di assistenza familiare – art. 570 c.p.

    Violenza privata – art. 610 c.p.-

    Violenza o minaccia per costringere taluno a commettere un reato – art. 611 c.p.

    Per poi giungere a quei reati che oltremodo creano una perdita di controllo dell'Ordine Pubblico, che qualcuno, con sommo progetto legislativo, vuole eliminare, procurando di seguito, la mancanza di quel ruolo di controllo e repressivo caratterizzato da quegli elementi di natura istituzionale, che delineano la stabilità dell'Ordine Democratico cui si conformano le Istituzioni e gli Uomini dello Stato.

    CONSIDERATO

    Che la depenalizzazione dei reati di seguito richiamati, insiste su quel controllo e su quella lotta che dalla nascita della repubblica Democratica, ha visto notevoli attacchi, sia da parte di correnti estremiste interne, sia per la manipolazione di ordine economico-politico di potenze straniere, le quali ultime ancora oggi, mirano a ridurre o quantomeno annientare il ruolo dello Stato italiano nei rapporti internazionali, contrariamente a quanto invece risulta dagli accordi occorsi con Stati di molteplici aree geografiche, i quali ne riconoscono la leadership, nei processi di pace.

    dalla lettura di chi è in indirizzo, si può facilmente delineare l'importanza giuridico legislativa di questo atto petitorio nonché della portata distruttiva di una norma emanata dal Parlamento che di certo non mira a tutelare gli interessi dello Stato e dei Suoi cittadini:

    Abusivo esercizio di una professione – art. 348- – art.. 571 c.p.- Abuso d’ufficio – art. 323 c.p.- Accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico – art. 615 ter- Arbitraria invasione e occupazione di aziende agricole o industriali. Sabotaggio – art. 508 c.p.- art. 441 c.p.- Appropriazione indebita – art. 646 c.p. - Assistenza agli associati (anche mafiosi) – art. 418 co.1 c.p.- Attentato a impianti di pubblica utilità – art. 420 c.p.- Attentati alla sicurezza dei trasporti – art. 432 c.p.- Contraffazione di indicazioni geografiche o denominazioni di origine dei prodotti agroalimentari – art. 517 quater- Crollo di costruzioni o altri disastri dolosi – art. 434 co.1 c.p.- Corruzione – art. 318 c.p.- Danneggiamento – art. 635 c.p.- Danneggiamento a seguito d’incendio – art. 423 c.p.- Danneggiamento seguito da inondazione,frana valanga – art. 427 co.1 c.p.- Danneggiamento di informazioni e programmi informatici – art. 635 bis c.p.- Danneggiamento di sistemi informatici o telematici – art. 635 quater c.p.- Detenzione di materiale pornografico – art. 600 quater c.p.- Deviazione di acque e modifiche dello stato dei luoghi – art. 632 c.p.- Divieto di combattimento tra animali – art. 544 quinquies- Esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza – artt. 392-393 c.p.- Evasione – art. 385 c.p.- Fabbricazione o detenzione di materie esplodenti – art. 435 c.p.- False informazioni al P.M. – art. 371 bis- Falsità materiale del P.U. – art. 477 c.p.- Favoreggiamento personale – art. 378 c.p.- Favoreggiamento reale art. 379 c.p.- Frode informatica – art. 640 ter co.1-2 c.p.- Frode in emigrazione art. 645 c.p.co.1- Frode nelle pubbliche forniture – art. 356- Frode processuale – art. 374 c.p.- Frodi contro le industrie nazionali – art. 514 c.p.- Frode nell’esercizio del commercio – art. 515 c.p.- Furto – art. 624 c.p.- Gioco d’azzardo – art. 718-719 c.p.- Inadempimento di contratti di pubbliche forniture art. 355 c.p.- Indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato – art. 316 ter- Ingresso abusivo nel fondo altrui – art. 637 c.p.- Insolvenza fraudolenta – art. 641 c.p.- Interruzione di pubblico servizio – art. 331 c.p.- Intralcio alla giustizia – art. 377 c.p.- Introduzione nello Stato e commercio di prodotti falsi – art. 474 c.p.- Introduzione o abbandono di animali nel fondo altrui – art. 636 c.p.- Invasione di terreni o edifici – art. 633 c.p.- Istigazione a delinquere – art. 414 c.p.- Istigazione a disobbedire alle leggi – art. 415 c.p.- Maltrattamento di animali – art. 544 ter- Malversazione a danno dei privati – art. 315 c.p.- Malversazione a danno dello Stato – art. 316 bis- Mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice – art. 388 c.p.- Manovre speculative su merci – art. 501 bis c.p.- Millantato credito – art. 346 c.p.- Occultamento di cadavere – art. 412 c.p.- Oltraggio a P.U. – art. 341 bis- Oltraggio a un magistrato in udienza art.343 c.p.- Omessa denuncia di reato da parte del P.U. – art.361- Omissione di referto – art.365 c.p.- Omissione di soccorso – art. 593 c.p.- Patrocinio o consulenza infedele – art. 380 c.p.- Peculato mediante profitto dell’errore altrui – art. 316 c.p.- Possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi – art. 497 bis co.1.- Procurata evasione – art. 386 co.1- Procurata inosservanza di pena – art. 390 c.p.- Resistenza a P.U. – art. 337 c.p.- Rialzo e ribasso fraudolento di prezzi sul pubblico mercato o nelle borse di commercio – art. 501 c.p.- Rimozione od omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro – art. 437 c.p.- Rivelazione ed utilizzazione di segreti d’ufficio – art. 326 c.p.- Rivelazione di segreti inerenti ad un procedimento penale – art. 379 bis- Rifiuto di atti d’ufficio.Omissione – art. 328 c.p.- Rissa – art. 588 c.p.- Simulazione di reato – art. 367 c.p.- Sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro – art. 334 c.p.- Traffico d’influenze illecite – art. 346 bis- Truffa – art. 640 c.p.- Turbata libertà degli incanti – art. 353- Turbativa violenta del possesso di cose immobili – art. 634 c.p.- Usurpazione di funzioni pubbliche – art. 347- Uccisione di animali – art. 544 bis- Uccisione o danneggiamento di animali altrui – art. 638 c.p.- Vendita di sostanze alimentari non genuine come genuine – art. 516 c.p.- Vilipendio delle tombe – art. 408- Vilipendio di cadavere – art. 410 co.1- Violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza – art. 616 c.p.- Violazione di domicilio art. 614 c.p.- Violazione di domicilio commessa dal P.U. – art. 615 c.p.- Violazione di sepolcro – art. 407 c.p.- Violazione di sigilli art. 349- Violenza o minaccia a P.U. art. 336 c.p.-

    Fa paura tutto questo vero? Soprattutto dopo i recenti fatti di cronaca, uccisioni di minori, torture, violenze domestiche, violenze sulle donne, e tanti altri, forse davvero troppi, reati che non avranno più come deterrente la carcerazione.

    PQM

    CHIEDE

    Il rinvio alla Corte Costituzionale e alla Corte dei diritti dell'Uomo del presente atto, al fine ultimo di preservare la vita della Democrazia quale condicio sine qua non di un equilibrio in sede Europea.

    Roma 21.12.2014 SAVINA Dr. Marino

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.