Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • PRIGIONIERI NELL' ISOLA!!!

  • firme
    0 / 100

    Creata da
    Katya Murrighile

  • petizione

    PRIGIONIERI SULL' ISOLA

    Oggetto: intervento urgente - DL 30 dicembre 2021, n. 229

    A decorrere dal 10 gennaio 2022, in base all’articolo 9-quater, del DL 30 dicembre 2021, n. 229, in materia di trasporto, si consentirebbe ai soli possessori delle certificazioni verdi COVID-19, del decreto-legge n. 52 del 2021, l’accesso e l’utilizzo di mezzi di trasporto pubblico e privato.


    Considerando la situazione dell’Italia insulare, tale D.L. si pone, come atto fortemente discriminatorio per le persone che “non hanno ancora avuto l'opportunità di essere vaccinate o hanno scelto di non essere vaccinate” e non rientrano pertanto nel suddetto articolo del D.L..

    Secondo l’Art. 10 Cost. italiana, Comma 1, “L'ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute”. .
    Ricordiamo che in base al regolamento (UE) 2021/9532 si dispone che “È necessario evitare la discriminazione diretta o indiretta di persone che non sono vaccinate”.


    Di fatto, per le Regioni Sardegna e Sicilia ed isole minori, viene sancita una situazione discriminatoria amplificata rispetto alle altre Regioni italiane, che pone gli individui in una condizione di “esilio forzato”, con gravi ripercussioni anche sul piano lavorativo, della salute e delle cure, di studio, nonché affettivo (ad esempio il ricongiungimento famigliare negato).


    Il “grave e permanente svantaggio naturale derivante dall'insularità” è stato già riconosciuto a livello nazionale; si veda il riconoscimento da parte della Repubblica italiana della condizione di Insularità e della proposta di Legge d’iniziativa popolare portata in Senato per il riconoscimento del principio di insularità in Costituzione. Si pensi anche alla situazione di ulteriore svantaggio che subiscono i residenti sulle isole minori, i quali non possono accedere neanche a cure sanitarie primarie o soddisfare bisogni di prima necessità.


    Il Decreto Legge 221/2021, dunque, non va ad intaccare il solo diritto alla libera circolazione, aggravato dall’ "INSULARITÀ”, ma va profondamente a ledere altri diritti fondamentali, garantiti dalla Costituzione italiana e da Patti internazionali vincolanti per lo Stato italiano.

    1 - a) aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone; b) navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale; (14) c) treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo interregionale, Intercity, Intercity Notte e Alta Velocita'; (14) d) autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega piu' di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti; e) autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente. (14) e‐bis) funivie, cabinovie e seggiovie, qualora utilizzate con la chiusura delle cupole paravento, con finalità turistico‐commerciale e anche ove ubicate in comprensori sciistici, senza limitazioni alla vendita dei titoli di viaggio; (14) e‐ter) mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale. (14) ;


    2 - Regolamento (UE) 2021/953 e Rettifica del regolamento (UE) 2021/953 ‐ Pagina 7, considerando 36, del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 giugno 2021


    3
     - “Il Patto internazionale relativo ai diritti civili e politici” contiene importanti garanzie volte a proteggere le libertà fondamentali di ogni individuo. È stato approvato dall’Assemblea generale dell’ONU il 16 dicembre 1966; in Italia in vigore dal 23/3/1976. “Patto internazionale relativo ai diritti economici, sociali e culturali” colloca la protezione dei diritti umani nel quadro di un trattato internazionale vincolante, come previsto dalla Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948.


    4
    In conseguenza alle ripercussioni che il DL 30 dicembre 2021, n. 229 ha sulla popolazione residente e non, e sulla base delle suddette condizioni discriminatorie che impediscono i rapporti con le altre Regioni e la libera circolazione all’interno degli stessi territori insulari, nonché, alla lesione dei diritti umani fondamentali, dei diritti politici e della salute, in qualità di liberi cittadini e di elettori, ritenendo tali fatti gravissimi,


    Chiediamo la continuità del diritto alla mobilità sia ai passeggeri residenti che ai passeggeri non residenti e che garantisca l’osservanza dei diritti fondamentali altrimenti lesi.

    all.1 - raccolta firme contro dl 30/12/2021 n.229 - trasporti e super green pass - Sardegna


    Riferimenti Normativi:
    ‐ DECRETO-LEGGE 22 aprile 2021, n. 52 convertito con modificazioni dalla L. 17 giugno 2021, n. 87;
    ‐ DECRETO-LEGGE 30 dicembre 2021, n. 229, in particolare art. 1, comma 2, in materia di trasporto;
    ‐ Regolamento (UE) 2021/953 e Rettifica del regolamento (UE) 2021/953 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 giugno 2021, su un quadro per il rilascio, la verifica e l'accettazione di certificati interoperabili di vaccinazione, di test e di guarigione in relazione alla COVID-19 (certificato COVID digitale dell'UE) per agevolare la libera circolazione delle persone durante la pandemia di COVID-19;
    ‐ Riconoscimento da parte della Repubblica italiana della condizione di Insularità e della proposta di Legge d’iniziativa popolare per il riconoscimento del principio di insularità in Costituzione;
    ‐ Trattato sul funzionamento dell'Unione europea – TFUE;
    ‐ Il Patto internazionale relativo ai diritti civili e politici;
    ‐ Patto internazionale relativo ai diritti economici, sociali e culturali

    FIRMA LA PETIZIONE

  • Daniele Colombo ha firmato la petizione 21 ore fa
  • Alessandro Madeddu ha firmato la petizione 2 giorni fa
  • Stella Di Lorenzo ha firmato la petizione 2 giorni fa
  • firmiamo.it è un marchio commerciale di Media Asset spa copyright 2010 - 2022
    P.IVA 11305210012
    Azienda certificata ISO 27001 numero: SNR 11572700/89/I
    Azienda certificata ISO 9001 numero: SNR 59022611/89/Q
  • privacy
  • termini e condizioni

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.