Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Presa di posizione correttiva sulle recenti evoluzioni della normativa in materia di Sars-Covid

  • firme
    0 / 1000

    Creata da
    Elettori dei partiti di Centro destra di lungo corso, vaccinati e non.

  • petizione

    Al dott. Massimiliano Fedriga
    Piazza Unità d'Italia, 1
    Trieste


    Oggetto: Presa di posizione correttiva sulle recenti evoluzioni della normativa in materia di Sars-Covid



    Gentile Presidente,

    I sottoscrittori della presente lettera, a Lei indirizzata, sono tutti elettori dei partiti di Centro destra da vari anni. Firmano questo appello a Lei, persone vaccinate e persone non vaccinate.


    Comunque sia, stiamo assistendo con crescente disagio, giorno per giorno, alla resa politica del Centro destra rispetto a un governo nazionale, di fatto, esclusivamente trainato dal PD e dai suoi satelliti, nonché, di quanto rimane del Movimento 5 Stelle.


    Siamo i primi ad essere preoccupati per la crescente gravità del contagio da Covid, ma dissentiamo fermamente dalle misure che sono state assunte per contenere la diffusione del virus.
    Certamente devono essere assicurate le aperture degli esercizi commerciali e la prosecuzione in generale di tutte le attività economiche e dei servizi primari, primi tra tutti la scuola e l’università, che devono essere assicurati alla generalità dei cittadini.


    Viceversa, pur a fronte dell'ormai assodata circostanza che la protezione vaccinale non è perenne, ma dura al massimo 4 - 5 mesi (se va bene) ci si ostina da un lato a garantire alle persone vaccinate la fruizione del green-pass per un lasso di tempo, comunque, superiore a tale protezione senza necessità di tamponi; si pretende, viceversa, l'obbligo del tampone ogni 48 ore per il non vaccinato che vuole prendere un caffè seduto al bar o vuole più semplicemente prendere un autobus, escludendolo da ogni attività sociale e ricreativa, per le quali neppure il tampone ora basta. L'incongruenza di tale stato di cose ci pare evidente.


    I vaccinati sfuggono al controllo che, comunque, dovrebbe essere effettuato nei loro riguardi dopo la naturale scadenza degli effetti del vaccino; i non vaccinati, viceversa, sono sottoposti a sistematico controllo e per di più, pur garantendo con ciò una pronta scoperta della malattia a beneficio dell'intera collettività, non di meno devono sopportare i costi non indifferenti per tale continuo monitoraggio.
    Inoltre, per i non vaccinati dei vari comparti di lavoro è applicata la misura della sospensione del loro rapporto di lavorativo che ora è prorogata fino al 15 maggio 2022.
    Si tratta di persone colpite nella loro dignità che vogliono e debbono lavorare per sfamare le proprie famiglie, e questo accade mentre la pubblica finanza sopporta i costi degli assegni del reddito di cittadinanza, erogati, invece, a chi neppure cerca lavoro.


    Questo è l'attuale affresco di questa Regione e della nostra Italia, voluto dal PD e dai 5 Stelle e subìto da un Centro destra privo di iniziative, e che già soffre di una pericolosa erosione di voti.
    Pensiamo, e speriamo, che Lei si sia accorto che il suo sindaco Dipiazza, pur dopo tanti sondaggi favorevoli, è stato eletto solo con una differenza di meno di 2000 voti. Ciò è dovuto al deprecabile silenzio che il Centro destra ha serbato durante tutta la campagna elettorale sui problemi che Le abbiamo dinanzi descritto.

    Se il ballottaggio si fosse svolto anche dopo una settimana soltanto, a quest'ora, Francesco Russo sarebbe il nuovo sindaco di Trieste. L'insoddisfazione per l'immobilismo del Centro destra sta incoraggiando sempre di più i suoi elettori ad astenersi, e tale fenomeno è emerso con assoluta chiarezza in occasione delle recenti consultazioni elettorali che si sono tenute anche nelle altre città italiane.

    Scriviamo questa lettera a Lei perché non siamo più disponibili a votare persone che sposano acriticamente le proposte dei nostri avversari politici.


    Per questo, pertanto, pur con nostro grande rammarico, ma proprio perché oggettivamente non riscontriamo più differenze tra il Centro sinistra e l'ormai cosiddetto Centro destra, Le significhiamo che, se non ci saranno a breve mutamenti nella linea politica Sua e degli altri partiti politici di Centro destra, sia in questa Regione, sia nel contesto nazionale, ci asterremo a nostra volta dal partecipare alle prossime consultazioni elettorali e ci adopereremo attivamente per propagandare presso l'elettorato tale nostra convinta posizione.


    Potremmo deflettere da tale nostro intendimento, soltanto se Lei è il Centro destra tutto, regionale e nazionale si impegnerà a perseguire i seguenti obiettivi:

    • tamponi gratuiti a fronte della gratuità del vaccino, come si ricava dal principio di non discriminazione contenuto nel Regolamento n. 953/2021 adottato dalla UE;
    • equiparazione tra coloro che fruiscono dei tamponi e vaccinati nell'accesso ai mezzi di trasporto pubblico (attuando politiche diverse di gestione del trasporto locale), in tutti i rapporti di lavoro o per l'accesso alle attività sociali e ricreative in generale;
    • pronto rientro al lavoro per tutti coloro che sono Stati sospesi, con obbligo di tampone in alternativa a quello vaccinale.

    Queste richieste sono essenziali per la stessa tenuta della pace sociale indispensabile in questo grave momento.


    Se ciò non avverrà e se a breve non ci sarà un impegno Suo e degli altri partiti della coalizione del Centro destra in tal senso, inizieremo da subito la nostra propaganda, in occasione delle prossime votazioni, per far rimanere a casa tutti coloro che, ad oggi, sono obbligati a vaccinarsi, pena la perdita del posto di lavoro, e coloro che sono pesantemente discriminati dell'odio seminato a piene mani dalla sinistra, e purtroppo, anche con la complicità di talune persone del Centro destra che un tempo venivano chiamati "gli utili idioti".


    Ci auguriamo che questo nostro appello non rimanga inascoltato.


    Copia dello stesso verrà inoltrato agli organi di stampa.

  • Daniele Colombo ha firmato la petizione 4 giorni fa
  • Francesca Pisu ha firmato la petizione 7 giorni fa
  • Marina Tarditi ha firmato la petizione 8 giorni fa

Informativa
Noi utilizziamo cookie o altri strumenti per finalità tecniche e, previo il tuo consenso, anche cookie o altri strumenti di tracciamento, anche di terze parti, per altre finalità (“interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell'esperienza”, “misurazione” e “targeting e pubblicità”) come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, noi e terze parti selezionate, potremmo trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per le seguenti finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto.

Per selezionare in modo analitico soltanto alcune finalità è possibile cliccare su “Personalizza”.

Chiudendo questo banner tramite l’apposito comando “Continua senza accettare” continuerai la navigazione del sito in assenza di cookie o altri strumenti di tracciamento diversi da quelli tecnici.