Petizione per abolire il concordato

Petizione creata da:

Giulio Cimarello e diretta a Scopri di più

Firme 0

Obiettivo 20000

FIRMA
  • Yvan Lucco Borlera ha firmato la petizione 3 giorni fa
  • Piersilvio Oglio ha firmato la petizione 10 ore fa
  • Stefano Fuschetto ha firmato la petizione 14 giorni fa

Petizione per abolire il concordato

L’ingerenza vaticana è da sempre un problema per la crescita e lo sviluppo dell'Italia. Uniamo le forze e chiediamo l’abolizione del Concordato, per una separazione effettiva tra Stato e Chiesa.

L'Italia è uno stato laico, lo dice la costituzione e, come hanno già fatto con il DDL Zan, prima che mettano le mani anche sulla legge sull'aborto sarebbe meglio separare definitivamente Stato e Chiesa. 

Occorre liberarsi dal Concordato. La chiesa cattolica deve essere equiparata alle altre chiese e pagare le tasse come tutti.

Condividi su:

Petizioni simili

Petizione per abolire il concordato 28/06/2022 | firmiamo.it

firmiamo.it è un marchio commerciale di Media Asset spa copyright 2010 - 2024

P.IVA 11305210012
Azienda certificata ISO 27001 numero: SNR 11572700/89/I
Azienda certificata ISO 9001 numero: SNR 59022611/89/Q

Informativa
Noi utilizziamo cookie o altri strumenti per finalità tecniche e, previo il tuo consenso, anche cookie o altri strumenti di tracciamento, anche di terze parti, per altre finalità (“interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell'esperienza”, “misurazione” e “targeting e pubblicità”) come specificato nella cookie policy.
Per quanto riguarda la pubblicità, noi e terze parti selezionate, potremmo trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per le seguenti finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto.
Per selezionare in modo analitico soltanto alcune finalità è possibile cliccare su “Personalizza”.
Chiudendo questo banner tramite l’apposito comando “Continua senza accettare” continuerai la navigazione del sito in assenza di cookie o altri strumenti di tracciamento diversi da quelli tecnici.