Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Per un conflitto di interessi in meno. Formigoni revochi l'Assessore Pagnoncelli o lui si dimetta.

  • firme
    0 / 5000

    Creata da
    M. S.

  • petizione

    Testo della Petizione: --------------------------- Noi sottoscrittori riteniamo che sia necessario ridare credibilità e funzionalità al Piano Cave della Provincia di Bergamo. Pertanto riteniamo debba riprendere al più presto la discussione e la valutazione di questo nel rispetto delle leggi, delle sentenze giudiziarie amministrative recenti e passate e al riparo da qualsiasi rischio di conflitto di interessi. Chiediamo perciò al Presidente Roberto Formigoni di revocare l?incarico di Assessore a Marco Pagnoncelli o a questi di dimettersi. I sottoscrittori --- Fine testo della Petizione --- MOTIVAZIONI A CURA DEI SOLI PROMOTORI DELLA PETIZIONE Piano Cave di Bergamo: troppi ritardi, troppi volumi e soprattutto troppi conflitti di interesse Formigoni revochi l'Assessore Marco Lionello Pagnoncelli Dal 2004 Bergamo aspetta il suo Piano Cave, fondamentale documento che regolerà per i prossimi 10 anni l?approvvigionamento di sabbia, ghiaia e lapidei, stabilendo quanto, come e dove i cavatori potranno scavare. Dovrebbe essere redatto per permettere di estrarre materiale nel rispetto del territorio, dell'assetto idrogeologico e del paesaggio nonché della trasparenza, irrinunciabile in qualsiasi atto pubblico e ancor di più quando sono coinvolti interessi economici di grossa entità. I rapporti che sono intercorsi e intercorrono tra l'Assessore regionale all?ambiente Marco Pagnoncelli, la società della sua famiglia (SPI Srl), e uno dei maggiori cavatori della provincia di Bergamo (il Gruppo Locatelli) sono stati apertamente ammessi solo per il passato. Del resto, il fatto che l'Assessore Pagnoncelli citi la mancata partecipazione alla Giunta del 22 maggio 2005, che approvò il Piano Cave, come comportamento che cancella ogni potenziale conflitto di interesse, è fatto che testimonia solo una doverosa cautela istituzionale ma non risolve i problemi politici connessi alle sue pregresse esperienze e alle attuali. Al tempo era Assessore all'Artigianato e referente per la Provincia di Bergamo. E cinque anni prima, il 25 settembre 2001, la Lega Nord presentò un ordine del giorno al Consiglio Comunale di Bergamo per chiedere la revoca dell'allora Assessore Comunale Marco Pagnoncelli qualora il Sindaco avesse riscontrato il conflitto d'interessi denunciato da alcuni consiglieri di opposizione. A questo si aggiunga che tuttora l'Assessore Pagnoncelli è Procuratore Sociale e Direttore Tecnico della SPI Srl, con sede presso il suo stesso ufficio e di proprietà dei suoi due fratelli. Questa società partecipa, a sua volta, insieme al Gruppo Locatelli, ad un'altra azienda costituita soltanto nel gennaio del 2006. Oggi si deve approvare un Piano nel quale il Gruppo Locatelli ha voluminosi interessi (5,8 milioni di metri cubi direttamente o tramite società partecipate e 3,5 milioni di riserve). Avallare un siffatto percorso istituzionale per l'approvazione del Piano Cave è fatto politicamente inaccettabile ed è intento degli scriventi evitare ogni potenziale critica alle istituzioni, tutelando la credibilità del Presidente Formigoni e della sua Giunta, ma anche e soprattutto quella del Consiglio Regionale che si accingerà, prima o poi, a votare il Piano Cave della Provincia di Bergamo. Per queste ragioni chiediamo al Presidente Formigoni di revocare Marco Lionello Pagnoncelli dall'incarico di Assessore. I promotori della petizione --- Approfondimenti: http://www.marcellosaponaro.it/home/primopiano/conflitto_di_interessi_pagnoncelli_sul_piano_cave http://www.marcellosaponaro.it/home/rassegna_stampa/piano_cave_dimissioni_pagnoncelli_corriere_della_sera_cremonesi http://www.marcellosaponaro.it/blog/?p=127

Informativa
Noi utilizziamo cookie o altri strumenti per finalità tecniche e, previo il tuo consenso, anche cookie o altri strumenti di tracciamento, anche di terze parti, per altre finalità (“interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell'esperienza”, “misurazione” e “targeting e pubblicità”) come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, noi e terze parti selezionate, potremmo trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per le seguenti finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto.

Per selezionare in modo analitico soltanto alcune finalità è possibile cliccare su “Personalizza”.

Chiudendo questo banner tramite l’apposito comando “Continua senza accettare” continuerai la navigazione del sito in assenza di cookie o altri strumenti di tracciamento diversi da quelli tecnici.