Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Occupazione delle case: modificare SUBITO la Legge delega

  • firme
    0 / 10000

    Creata da
    E. U.

  • petizione

    Con la legge delega 67 del 28 aprile scorso all’art. 633, il Governo Renzi ha di fatto DEPENALIZZATO il reato di occupazione abusiva di appartamento.

    In pratica: contro chi occupa abusivamente un appartamento, si potrà intentare solamente una causa civile, che nel nostro paese significa un iter che può durare anche fino ai 15 anni.

    I recenti fatti di cronaca di Milano, parlano di una situazione aberrante: molte persone lasciano per qualche giorno il loro appartamento, magari perché costrette a ricoverarsi in ospedale, e al loro ritorno trovano la serratura cambiata e una nuova famiglia che sembra essere in diritto di abitare l’appartamento.

    Invece di poter contare immediatamente nella forza pubblica, che butti fuori gli occupanti, ci si ritrova a perdere l’appartamento e a non avere alcuna garanzia di riacquisirne l’uso

    Questo comportamento è contrario ai criteri di sicurezza e di dignità che un paese civile e che ostenta essere – a parole – democratico – possa accettare

    E’ chiaro che i governi nazionali stiano facendo in modo che la classe media italiana venga sopraffatta e per giungere a questo obiettivo, fanno di tutto per rendere l’esistenza impossibile a milioni di famiglie

    Chiediamo che si realizzi SUBITO una trasformazione della Legge attualmente in vigore, e che non si renda possibile una vergogna simile ai danni dei cittadini

    Siamo ancora in tempo: i decreti attuativi vengono approvati entro due anni. Durante tale periodo, è possibile quindi chiedere che l’art. 633 venga modificato in maniera che chi subisce un attacco così grave alla libertà, alla sicurezza e alla dignità, possa contare sulla protezione delle istituzioni

    E’ per motivi come questo che la nazione, compatta, dovrebbe scendere in piazza a oltranza!

    Emilia Urso Anfuso

    Direttore responsabile del quotidiano online: www.gliscomunicati.it

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.