Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • NUOVO CALENDARIO SCOLASTICO DEL VENETO

  • firme
    0 / 5000

    Creata da
    Paolo Foglia

  • petizione

    All?Assessore Elena Donazzan e p.c. Il Mattino di Padova Il Corriere del Veneto La Repubblica Siamo un gruppo di genitori residenti in Veneto, accomunati dal fatto di avere figli che frequentano le scuole primarie, e di appartenere a famiglie in cui entrambi i genitori lavorano. Padri e madri impegnati quotidianamente nella vita lavorativa e nella gestione dei figli, senza che nessuno di noi si senta ?a carico? di qualcun altro: contribuiamo tutti al mantenimento e all?educazione dei nostri ragazzi, ma soprattutto crediamo di rappresentare una componente vitale e cruciale della nostra società. Abbiamo letto con sbigottimento il comunicato dell?assessore Elena Donazzan, che dichiara di posticipare l?inizio delle scuole al 22 settembre ?per venire incontro alla esigenza delle famiglie di poter godere di un periodo dedicato alle ferie con i propri figli che non ricadesse nell?alta stagione dai costi elevati?. Allibiti, vorremmo fare presente all?assessore quanto segue: - i nostri figli quest?estate avranno quasi 4 mesi di vacanza, ma noi no (come per tutti i lavoratori, le ferie estive durano mediamente 2 o 3 settimane); - alcuni di noi lavorano in aziende che chiudono in Agosto, e quindi sono obbligati comunque ad andare in ferie in quel periodo; - i bambini delle elementari non possono rimanere a casa da soli; - le scuole organizzano i centri estivi solo in luglio; - per le settimane di giugno (3), agosto (1 o 2), settembre (3), dovremo appoggiarci ai centri estivi privati o cofinanziati dal comune: la spesa settimanale si aggira attorno ai 120 euro a bambino (ed alcuni di noi, accidenti, di figli ne hanno più di uno!). In un momento in cui le difficoltà economiche dei lavoratori e delle famiglie sono un fatto difficilmente discutibile, questa misura non farà che peggiorare la situazione materiale di tante famiglie che a Settembre si ritroveranno a dover pagare almeno 240,00 euro in più a bambino. Alla faccia degli aiuti alle famiglie! Chiediamo all?Assessore di riconsiderare le decisioni assunte e di venire incontro alle reali esigenze delle famiglie.

Informativa
Noi utilizziamo cookie o altri strumenti per finalità tecniche e, previo il tuo consenso, anche cookie o altri strumenti di tracciamento, anche di terze parti, per altre finalità (“interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell'esperienza”, “misurazione” e “targeting e pubblicità”) come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, noi e terze parti selezionate, potremmo trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per le seguenti finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto.

Per selezionare in modo analitico soltanto alcune finalità è possibile cliccare su “Personalizza”.

Chiudendo questo banner tramite l’apposito comando “Continua senza accettare” continuerai la navigazione del sito in assenza di cookie o altri strumenti di tracciamento diversi da quelli tecnici.