Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Non mandate via le suore

  • firme
    0 / 1000

    Creata da
    Miriam Pinnola

  • petizione

    Fonte: "diritto di cronaca"

    S. MARTINO DI FINITA – Anche S. Martino di Finita resterà senza suore. Le Terziarie Francescane Elisabettine, probabilmente, lasceranno il paesino della Valle del Crati. Alla notizia della paventata decisione da parte della congregazione religiosa di porre fine all’ultraquarantennale presenza nel piccolo centro arbereshe, caratterizzata da “silenziosa operosità e incondizionata carità verso tutti”, la popolazione è caduta nell’angoscia. Per scongiurare la partenza delle suore, infatti, è impegnata attivamente la “Confraternita della Misericordia” ed è stata avviata anche una raccolta di firme in cui è evidenziato il ruolo fondamentale per lo sviluppo sociale e culturale della comunità che le suore hanno avuto sin dal 1970.

    La cessazione del servizio di apostolato delle suore Elisabettine è stata affrontata anche dal consiglio comunale che, a seguito dell’intervento della consigliera Angela Vaccaro e su proposta del sindaco Armando Tocci, interprete e portavoce della volontà dell’intero paesino, ha approvato una delibera in cui si chiede alla Superiora Generale dell’istituto religioso, Suor Maritilde Zenere, e all’arcivescovo Salvatore Nunnari che “la comunità religiosa di S. Martino di Finita rimanga aperta e continui a essere una speranza, a formare e accompagnare le nuove generazioni, ad alleviare, sostenere e confortare le debolezze e i malanni delle generazioni anziane”. Il civico consesso, quindi, sollecita la revoca dell’eventuale decisione assunta. Nel testo approvato è ricordato che le suore hanno gestito fino al 2011 la scuola dell’infanzia “S. Maria Goretti” formando intere generazioni di bambini del paese e dei Comuni vicini. “L’attività delle religiose non si è limitata esclusivamente all’ambiente educativo - si legge nel testo allegato alla delibera - ma hanno saputo fare della parola collaborazione e sinergia dei punti di riferimento per cooperare socialmente per il bene del paese coinvolgendo tutta la comunità. Hanno condiviso con la nostra gente i momenti più importanti della vita. Dopo circa quaranta anni, rassegnarsi al pensiero che debbano lasciare S. Martino induce allo sconforto l’intera popolazione”. C’è da dire anche che nell’ultimo decennio, dopo il trasferimento del parroco don Antonio Morcavallo, le suore hanno fatto una grande opera pastorale e di evangelizzazione collaborando con i vari sacerdoti, che quasi annualmente si stanno alternando alla guida della parrocchia, divenendo così l’unico riferimento per la comunità.

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.