Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • No alla "COVID-Tax"

  • firme
    0 / 5000

    Creata da
    ComunItalia

  • petizione

    Spunta il Italia la “tassa Covid”, un aumento dai 2 ai 4 euro applicato dagli esercenti ai propri clienti, e inserito direttamente come sovraprezzo nello scontrino, per finanziare i maggiori costi sostenuti dagli esercizi commerciali a causa del coronavirus.

    Numerosi consumatori hanno denunciato un sovraprezzo, mediamente dai 2 ai 4 euro, applicato in particolare da parrucchieri e centri estetici ai propri clienti. Un balzello inserito in scontrino con la voce “Covid”, e che sarebbe imposto come contributo obbligatorio per sostenere le spese degli esercenti per sanificazione e messa in sicurezza dei locali.

    Ma non solo. Sono stati anche registrati casi di centri estetici che obbligano i clienti ad acquistare in loco un kit monouso costituito da kimono e ciabattine, alla modica cifra di 10 euro.
    Chi non versa tale “tassa” e non acquista il kit, non può sottoporsi ai trattamenti, sempre per le esigenze legate al Covid.

    Un vero e proprio far west illegale che potrebbe configurare il reato di truffa, e contro cui il dobbiamo presentare una denuncia alla Guardia di Finanza e all’Antitrust, fornendo tutte le segnalazioni ricevute al riguardo, affinché si avviino le dovute indagini sul territorio.

     

  • Rossella Dottori ha firmato la petizione 22 giorni fa
  • Monica Martignani ha firmato la petizione 03 ore fa
  • Stefano Serpico ha firmato la petizione 16 ore fa

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.