Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • NO ALLA CHIUSURA DELL'AURELIA ,SI AL PARCO

  • firme
    0 / 10000

    Creata da
    Fabio Sturla

  • petizione

    La tua petizione La tua bacheca Modifica Diretta a Movimento 5 stelle Sestri levante ed a(d) 8 altri No alla chiusura dell'Aurelia ,si all'urbanistica sensata funzionale !!!

    Fabio Sturla Italia

    Fabio Sturla Italia 77 sostenitori IL MOVIMENTO 5 STELLE DICE NO ALLA CHIUSURA DELL'AURELIA I consiglieri comunali Tassano e Sartelli, portavoci del Movimento 5 Stelle di Sestri Levante, si oppongono alla chiusura di Via Fasce, alla conseguente modifica della viabilità cittadina e propongono contestualmente di ampliare il parco Mandela in direzione della ferrovia con la cancellazione di Via Baden Powell. Dopo un piano di riqualificazione delle aree Ex-Fit disastroso in termini occupazionali, sociali, urbanistici e architettonici, l'Amministrazione vuole procedere con l'ennesima ridefinizione degli spazi di verde pubblico, attraverso l'eliminazione dell'ottocentesca arteria viaria di via Fascie, la modifica di via Baden Powell (strada inutile e di recente progettazione) e la modifica della famosa rotonda a fagiolo (progettata da qualche “illuminato” Funzionario Comunale). Nel progetto rimarranno in disuso le aree prospicienti alla Piscina Comunale e parte del piazzale adibito a parcheggio tra l'Itis e i condomini stile Hansel e Gretel, vista la vertenza legale ancora in essere tra Orinvest Srl, Namira Sgpra e il Comune di Sestri Levante. La modifica della viabilità di Via Fascie risale al primo piano di riqualificazione urbano delle aree Ex-Fit (Amministrazione Mario Chella). Questo primo progetto sebbene funzionale (ma sarebbe stato da noi comunque contestato) venne poi accantonato, per scegliere l'attuale progetto (che contestiamo), che prevede la deviazione del traffico dalla rotonda alta di Cantine Mulinetti e sua immissione in Via Baden Powell, con successiva deviazione alla rotonda a fagiolo e nel tratto terminale di Via Fascie che sfocia in Piazza della Repubblica. Via Fasce ora è l'unica strada cittadina veramente scorrevole, quella con la più bassa percentuale di incidenti stradali, quella che è percorsa da tutti i veicoli in ingresso e uscita dal casello autostradale nonché da tutti i veicoli in arrivo e partenza da Casarza Ligure e Castiglione Chiavarese. Nel progetto dell'Amministrazione Ghio verrà cancellata. La Giunta Comunale è formata da grandi esperti di traffico veicolare come insegna il passato recente, basta citare la SP523 all'altezza di Casette Rosse o il magnifico imbuto di via Sara. Ora ci propongono di sostituire la strada antica, lineare e funzionale, con la nuovissima e scomoda Via Baden Powell. Ebbene noi ci opponiamo. Il Movimento 5 stelle è comunque favorevole all'ampliamento del Parco Mandela e propone la cancellazione di Via Baden Powell, per permetterne l'allargamento sino all'altezza del confine con la sede ferroviaria. Chiediamo contestualmente il restyling di Via Fascie, con il naturale prolungamento della pista ciclabile e del marciapiede che giungono dalla frazione di San Bartolomeo e il potenziamento dell'illuminazione stradale. Il Movimento 5 stelle esprime preoccupazione perché verranno impegnate ingenti risorse finanziarie per fare un'operazione urbanistica scellerata e inutile per il Comprensorio di Sestri. Utilizzeremo tutti i mezzi a nostra disposizione (compresa la raccolta firme) per bloccare la cancellazione dell'arteria di Via Fascie. Invitiamo l'Assessore alle opere pubbliche Giorgio Calabrò e l'Assessore alla Viabilità Enrico Pozzo alle dimissioni immediate, per dimostrata inadeguatezza nel ricoprire gli incarichi loro assegnati. Consigliamo il Sindaco di occuparsi dei problemi seri della nostra città quali ad esempio il depuratore di bacino per il comprensorio delle valli Gromolo e Petronio (per colpa delle “illuminate” scelte del Partito Democratico Territoriale ci ritroviamo nuovamente in una situazione di stallo e senza alcun definitivo risultato). Invitiamo la cittadinanza a percorrere i sentieri naturalistici del nostro territorio quali Punta Manara, il Castellaro, S'Anna e Punta Baffe. Aree ricche di storia, veri polmoni verdi della nostra città e che risultano essere prive di qualsiasi tipo di inquinamento, a differenza delle aree Ex-Fit. Per la mancata bonifica del terreno sottostante dagli agenti inquinanti dell'ex polo industriale siderurgico, quelle aree risultano essere iscritte nell'elenco dei siti inquinati del territorio nazionale e sotto inchiesta dalla Commissione sugli Illeciti Ambientali Bicamerale del Parlamento e del Senato Italiano

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.