Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • No al ritorno della legge fornero

  • firme
    0 / 15000

    Creata da
    Sergio Nesi

  • petizione

    DRAGHI VUOLE TORNARE ALLA LEGGE FORNERO
    Dopo i disastri creati dal governo non eletto, le discriminazioni, l'obbligo di una certificazione per andare a lavoro e quindi per vivere. Dopo aver diviso gli italiani in classi, averli umiliati ed ignorati nonostante le continue manifestazioni di migliaia di persone in tutte le piazze d'Italia. Anche sulla riforma delle pensione, il Premier Draghi ha deciso di ritornare in dietro nel passato al 2012, ovvero alla Legge Fornero. Sì, cari italiani. Draghi ha deciso che "quota 100" non andrà rinnovata. Di conseguenza si tornerà a lavorare fino a 67 anni d'età ed almeno 20 anni di contributi.

    Almeno sotto questo aspetto i sindacati promettono battaglia: "Se non otterremo risposte siamo pronti a una grande mobilitazione".

    Il Sig. Draghi sa cosa potrebbe minimamente significare passare da 62 a 67 anni per un lavoratore? Cinque anni in più di lavoro per una persona che non è più giovanissima e che presumibilmente ha già lavorato per 30/35 anni sono un'enormità! Le persone devono lavorare per vivere e non viceversa, solo per pagare le vostre tasse e per far tornare i vostri conti! Questo è un governo non eletto che pensa solo a far tornare i conti, mentre gli italiani soffocano.

    La pensione è un diritto di ogni lavoratore. Una pensione che in Italia è una delle più basse d'Europa. Per non parlare delle donne e di tutte quelle classi di lavoro usuranti che hanno diritto al riposo e a godersi la vita.

    NO ALLA PENSIONE A 67 ANNI! NO AL RITORNO ALLA LEGGE FORNERO!

    FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE

  • Sonia Mingardi ha firmato la petizione 2 giorni fa
  • dario maramotti ha firmato la petizione 2 giorni fa
  • serena m. ha firmato la petizione 3 giorni fa

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.