Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • NO AL DECRETO DI SGOMBERO DELL'YMCA DI SIDERNO (RC)

  • firme
    0 / 2000

    Creata da
    LUIGI ERRIGO

  • petizione

    La struttura di Siderno è in serio pericolo. E' in atto, infatti, un surreale decreto di sgombero che avrà effetto il 5 ottobre 2015 e che lascerebbe salvi esclusivamente i locali della segreteria e parte della attuale Pizzeria. I due campi di basket, i locali della ex-palestra attualmente utilizzati per dopo-scuola, i locali della mensa per i bambini dell'Ymca-Village e il famosissimo Bar con lo spazio occupato al tempo dal campo di bocce, dovranno essere liberati. Solamente chi non conosce la storia e le finalità di questa Associazione, poteva pensare di attuare un simile provvedimanto. Sorta nel 1947 ad opera di volontari, l'YMCA Siderno diviene presto punto d'incontro per centinaia di giovani: all'Ymca, per molti è possibile avere le prime scarpe di Pallacanestro (oltre ai beni di più essenziale utilizzo, come derrate alimentari, coperte, vestiti, ecc.) così come all'Ymca, sono costruiti i primi spogliatoi pubblici della zona; oltre ad essere una tra le prime società di Basket ad ottenere l'affiliazione alla Federazione Italiana Pallacanestro, potendo svolgere i primi incontri ufficiali nel 1956, diviene in seguito uno tra i primi organismi pronti ad ospitare gruppi di giovani provenienti dall'estero, in cambio permettendo a quelli calabresi di fare la stessa esperienza; fino a diventare una delle più importanti realtà dell'aggregazione e dell'associazionismo giovanile a livello locale e territoriale. L'Associazione Cristana dei Giovani YMCA di Siderno, da oltre 50 anni svolge attività di formazione e supporto dei giovani, allo scopo di promuovere la crescita fisica, morale e spirituale. Essa conta oggi 500 soci, è punto di riferimento nel territorio per quanto riguarda attività sociali e sportive, a livello agonistico e amatoriale. E' l'ora dell'addio, fratelli, è l'ora di partir, il canto si fa triste, è ver, partire è un po morir. Formiamo una catena, con le mani nelle man, stringiamoci l'un l'altro, prima di partir lontan...

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.