NO A SCONTO SANZIONI BRACCONAGGIO

Petizione creata da:

giancarlo brugnoli e diretta a Scopri di più

Firme 0

Obiettivo 10000

FIRMA
  • Giovanni Todisco ha firmato la petizione 25 giorni fa
  • mario de mattia ha firmato la petizione 30 giorni fa
  • Katja Bonanno ha firmato la petizione 14 giorni fa

NO A SCONTO SANZIONI BRACCONAGGIO

In questi giorni il Senato voterà in via definitiva la conversione in Legge del Decreto Legge 29 marzo 2019 n. 27, recante disposizioni urgenti in materia di rilancio dei settori agricoli in crisi, già approvato dalla Camera dei Deputati.

Nella Legge di conversione - avente come relatore il Presidente della Commissione Agricoltura Gallinella, M5S - la Camera dei Deputati ha inserito degli emendamenti che nulla hanno a che vedere con la crisi dei settori agricoli, ma che sono finalizzati a ridurre le sanzioni e i provvedimenti di contrasto alla pesca di frodo.

In pratica, su proposta della maggioranza Movimento 5 Stelle-Lega, si dimezzano le sanzioni amministrative per i pescatori illegali, tagliando della metà le attuali sanzioni e in alcuni casi le sanzioni per la pesca del pesce spada e del tonno rosso sono decurtate addirittura di due terzi rispetto alla sanzione in vigore.

Inoltre, si mira ad eliminare l’applicazione della sospensione della licenza di pesca per chi viola una sola volta i divieti posti, in particolare, alla tutela del tonno rosso e del pesce spada, prevedendo la sospensione solo in caso di recidiva, oltretutto dimezzando i mesi: dagli attuali sei mesi a tre.

Con un emendamento presentato dalla deputata PD Moretto, approvato all’unanimità anche dalla maggioranza, addirittura si modifica la normativa sul contrasto del bracconaggio ittico nelle acque interne e si limita la confisca dei natanti e dei mezzi di trasporto e di conservazione del pescato solo in caso di recidiva. Come dire: per questa volta ti è andata bene, poi la prossima volta si vedrà.

Il bracconaggio ittico è una vera emergenza, perpetrato da gruppi organizzati che dispongono di mezzi e strutture. Invece di un inasprimento delle sanzioni e norme per il potenziamento delle azioni ci contrasto e vigilanza, si propone una sanatoria per i malavitosi della pesca.

Firmiamo tutti per far tornare questa assurda legge al vaglio delle camere.

Condividi su:

Petizioni simili

NO A SCONTO SANZIONI BRACCONAGGIO 16/05/2019 | firmiamo.it

firmiamo.it è un marchio commerciale di Media Asset spa copyright 2010 - 2024

P.IVA 11305210012
Azienda certificata ISO 27001 numero: SNR 11572700/89/I
Azienda certificata ISO 9001 numero: SNR 59022611/89/Q

Informativa
Noi utilizziamo cookie o altri strumenti per finalità tecniche e, previo il tuo consenso, anche cookie o altri strumenti di tracciamento, anche di terze parti, per altre finalità (“interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell'esperienza”, “misurazione” e “targeting e pubblicità”) come specificato nella cookie policy.
Per quanto riguarda la pubblicità, noi e terze parti selezionate, potremmo trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per le seguenti finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto.
Per selezionare in modo analitico soltanto alcune finalità è possibile cliccare su “Personalizza”.
Chiudendo questo banner tramite l’apposito comando “Continua senza accettare” continuerai la navigazione del sito in assenza di cookie o altri strumenti di tracciamento diversi da quelli tecnici.