Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • MONTESCAGLIOSO (MT) "Si impugni lo Sblocca Italia"

  • firme
    0 / 1000

    Creata da
    Lucrezia Didio

  • petizione

    MONTESCAGLIOSO (MATERA)

    I CITTADINI CHIEDONO UN CONSIGLIO COMUNALE PER ADERIRE ALL'INIZIATIVA DI IMPUGNATIVA DEL DECRETO "SBLOCCA ITALIA"

    Sulla scia delle manifestazioni che si stanno svolgendo in Italia e in Basilicata contro il decreto “Sblocca Italia” anche a Montescaglioso (MATERA) i cittadini e gli studenti sono scesi in piazza.

    Hanno chiesto ai propri amministratori di aderire alla lista dei Comuni che hanno deliberato per chiedere al Presidente della Regione Marcello Pittella di impugnare il decreto davanti alla Corte Costituzionale.

    Per aderire all’iniziativa di impugnativa dello “Sblocca Italia” è stato chiesto ai comuni di deliberare a seguito di un Consiglio Comunale aperto a tutti i cittadini.

    Nel corso della manifestazione svoltasi sabato 15 Novembre a Montescaglioso, il sindaco Giuseppe Silvaggi ha dichiarato di aver già espresso il proprio dissenso all’ Istanza di ricerca di idrocarburi “La Capriola” (che interessa il territorio dei comuni di Pomarico, Bernalda, Montescaglioso e Scanzano Jonico) e di aver già adottato tutti i provvedimenti per opporsi alle trivellazioni.

    La Delibera di Giunta, emanata in data 14 Novembre 2014, è certamente un passo importante che testimonia l’interesse dell’amministrazione verso un tema così importante, ma non è ancora sufficiente.

    Con questa petizione i cittadini Montesi, condividendo le richieste espresse nella lettera aperta pubblicata su Montescaglioso.net e su Facebook e di seguito riportata, chiedono un incontro formale con il Sindaco, affinché sia fatta chiarezza sulla questione e si convochi quanto prima un Consiglio Comunale per aderire all’iniziativa.

    Una richiesta del genere presuppone che da entrambe le parti si possa discutere tranquillamente e pacatamente su una questione di estrema importanza per il presente e per il futuro dell’intera comunità. Insieme è indispensabile che si giunga ad un intento comune e ad una linea strategica, che porti alla salvaguardia del territorio e della salute, e sulla quale ogni cittadino debba poter esprimere la propria opinione.

    Sperando nell’accoglimento di questa richiesta, si confida in un ravvedimento ragionevole da parte dei nostri amministratori e nella presa di coscienza che, in merito a questioni riguardanti l’intera comunità, non si possa agire senza il sostegno dei propri cittadini.

    LETTERA APERTA AL SINDACO DEL COMUNE DI MONTESCAGLIOSO

    Egregio Signor Sindaco,

    seduto alla mia scrivania, davanti al mio computer, dopo essermi svegliato abbastanza presto, come faccio tutte le mattine, ho guardato al di là dei vetri e mi sono accorto che oggi non sarà una bella giornata.

    C’è nebbia, l’aria è fredda, tutto è ovattato. Paolo Conte direbbe che si ha l’impressione di trovarsi in un bicchiere di acqua e anice. Però, forse, è la condizione ideale per fermarsi a pensare e a progettare e a prendere coscienza che il sole prima o poi arriva.

    Noi ci conosciamo da anni, abbiamo più o meno la stessa età e, alla nostra età, ci si avvia o a diventare saggi o a diventare incoscienti, come dei bambini. Premesso che l’uno non esclude l’altro, io ho scelto di diventare incosciente e per questo motivo le propongo un incontro, un incontro chiarificatore, senza trucchi e senza inganni, senza minacce e ritorsioni, senza controlli polizieschi, con la consapevolezza che si possa discutere di tutto senza censure e raggiri, con la certezza che quello che si dice corrisponda al vero e che non venga, in seguito, manipolato.

    L’incontro che le propongo, naturalmente alla presenza di tutta la cittadinanza montese, dovrebbe servire, in qualche modo, a chiarire l’avvilente situazione verificatasi durante la giornata di ieri.

    Con una serie di mosse sbagliate, ieri, si è preteso che fosse vera una notizia falsa e priva di fondamento. Dandola a bere al popolo montese ci si è illusi di aver risolto il problema. Ma non è così. Una delibera di giunta non c’è mai stata né può servire a molto, ammesso che fosse stata stilata, perché, per questioni così importanti, come lei mi insegna, è tutto il Consiglio Comunale che prende posizione e delibera. Ma ormai è fatta. Capitolo chiuso e con la solita pietra messa sopra.
    Il problema, ora, è quello di fare tesoro di quanto è successo, di accordarsi su scelte precise che la cittadinanza montese, che lei rappresenta in qualità di primo cittadino, dovrà indicare per tentare di risolvere una questione che sicuramente non arricchirà né i montesi né tutta la Basilicata distruggendo irreparabilmente un patrimonio naturale e culturale di cui tutti noi ci vantiamo quando siamo a confronto con altre popolazioni.

    L’orgoglio di appartenere ad un popolo ricco di tradizioni, di storia, di arte, di scienza, di cultura che i nostri avi greci hanno insegnato ai padri dei nostri padri e loro a noi dovrebbe renderci consapevoli che è un patrimonio da difendere e conservare per tramandarlo ai nostri figli. Non è con una manciata di soldi, qualunque essi siano, che si può distruggere un’eredità tale, che non ha prezzo e che è l’unica che ci permetterà di affrontare difficoltà sempre più complicate. Solo con un bagaglio culturale come quello a cui fanno riferimento i due fratelli nel film dei Taviani, Good morning Babilonia, si potrà competere con altre genti e con altre nazioni che non hanno avuto la nostra stessa fortuna.

    Per questi motivi le rinnovo l’invito ad un incontro. Fissi pure lei la data e il luogo. Inviti tutta la popolazione di Montescaglioso con la speranza di giungere ad un accordo che preveda una linea comune da seguire e che non ammetta ripensamenti di sorta.
    Sono le sette e trenta. Il sole ha disperso la nebbia e ha ripreso a brillare. Voglio vederlo tutti i giorni in compagnia dei miei concittadini.

    Un caro saluto

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.