Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • modifica legge 104, permessi per malati e minorati

  • firme
    0 / 1000

    Creata da
    nicoletta redolfi

  • petizione

    propongo di modificare la legge 104 che dà possibilità ai lavoratori pubblici di essere assistiti. per ora i beneficiari sono solo parenti sia pure fino al terzo grado. ma se questi parenti non ci sono, sono lontani, sono impossibilitati per problemi vari, va concesso lo stesso diritto a persona di fiducia delegata dal malato. di malati e minorati single e senza famiglia o senza una famiglia disponibile ad aiutarlo è piena l'italia.

    allego testo di legge da modificare come scritto sopra

    Permessi retribuiti allo stato attuale

    (L. 104/1992 art. 33– Dlgs 151/2001 art. 42)

    Portatore di handicapè colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.L’handicapassume connotazione digravità( art. 3, comma 3, legge 104/92) se la minorazione, singola o plurima, ha ridotto l’autonomia personale, correlata all’età, in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione.

    A CHI SPETTANO

    I permessi retribuiti spettano ai lavoratori dipendenti sotto indicati delsettore privato e, dal 1° gennaio 2009, ancheai lavoratori delle imprese dello Stato, degli Enti Pubblici e degli Enti locali privatizzatecirc. 114/2008.

    alle persone in situazione di disabilità grave che lavorano come dipendenti spettano 2 ore al giorno o 3 giorni al mese anche frazionabili in ore ai genitori lavoratori dipendenti di figli in situazione di disabilità grave con età inferiore a tre anni spetta il prolungamento dell'astensione facoltativa o 2 ore al giorno (Circ. 162/93, punto 1) fino al compimento dei 3 anni di vita del bambino o 3 giorni ( circ. 155/2010) al mese anche frazionabili in ore Msg 15995/07 e msg 16866/2007 ai coniuge, parenti o affini entro il 2° grado che lavorano come dipendenti spettano 3 giorni al mese anche frazionabili in ore Msg 15995/07. Il diritto può essere esteso ai parenti e agli affini di terzo grado della persona con in situazione di disabilità grave soltanto qualora i genitori o il coniuge della persona disabile abbiano compiuto i sessantacinque anni di età oppure siano anche essi affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti. I tre giorni di permesso mensili possono essere fruiti anche dai parenti e dagli affini del minore di tre anni in situazione di disabilità grave (33, comma 3, della legge 104/92 come modificato dall’art.24 della legge 183/2010 - vedi circolare n. 155/2010-). NON SPETTANO ai lavoratori a domicilio (Circ. 80/95, punto 4); agli addetti ai lavoro domestici e familiari (Circ. 80/95, punto 4); ai lavoratori agricoli a tempo determinato occupati a giornata, né per se stessi né in qualità di genitori o familiari circ. 133 /2000 punto 3.3; ai lavoratori autonomi ai lavoratori parasubordinati

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.