Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • LIBERIAMO LA CULTURA

  • firme
    0 / 5000

    Creata da
    R. C.

  • petizione

    Organizzare un evento benefico è sempre più complicato.

    La realizzazione di un concerto benefico, ad esempio con un gruppo musicale che suona gratis, necessita di:

    - affittare un teatro con le relative spese

    - affittare le luci e l'impianto audio

    - organizzare la pubblicità dell'evento

    - pagare le tasse comunali per l'affissione dei manifesti

    - varie ed eventuali.

    A tutto questo si devono aggiungere i permessi SIAE che mediamente, per uno spettacolo con ingresso libero in un teatro che contiene 200 persone, ammontano a circa 230 €.

    Se poi si decide di fare una "raccolta fondi" ad esempio per adottare dei bambini a distanza, bisogna ancora dare alla Siae una percentuale di circa il 10 %.sul ricavato.

    Questo vale anche se si fissa un biglietto d'ingresso.

    Tutto ciò ha dell'incredibile in un paese "evoluto" come il nostro se si pensa che alla vera causa dell’evento (la beneficenza) arrivano le briciole di una estenuante quanto quasi inutile fatica. Tutto si perde strada facendo nelle tasche di un sistema tipicamente italiano in quanto la Siae all’estero non ha costi così elevati ed inutili.

    Con questa raccolta firme, si chiede semplicemente di adeguare i prezzi dei permessi SIAE, al tipo di iniziativa che si vuole organizzare.

    E' giusto pagare un contributo SIAE, perché è giusto che ci sia il Diritto d'Autore, ma tutto dovrebbe essere retribuito equamente. Tenendo anche conto dell'importanza della diffusione culturale.

    Chiediamo quindi una più equa valutazione dei prezzi almeno per ciò che riguarda l'organizzazione di eventi benefici regolarmente documenta.

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.