Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Legalizzazione Marijuana

  • firme
    0 / 1000000

    Creata da
    Giacomo Nitti

  • petizione

    Con questa petizione intendo sensibilizzare il più alto numero di persone affinché arrivi al governo un forte messaggio socio-economico relativo alla liberalizzazione della CANNABIS.

    Per anni le forze politiche mondiali hanno cercato di combattere l’utilizzo di cannabis da parte dei cittadini poiché considerata dannosa in quanto droga pesante. Ultimamente numerosi studi stanno confermando la non veridicità di quest’ultima affermazione dichiarando che la Marijuana non faccia più male di alcool e tabacco, questi ultimi infatti uccidono centinaia di migliaia di italiani ogni anno (contro le 0 morti da marijuana ) ma vengono liberamente venduti in supermercati, bar e tabacchi mentre la marijuana è ancora illegale.

    Forse alcuni credono che la Marijuana sia illegale soltanto perché considerata droga, in realtà anche il caffè è effettivamente considerato tale da parte dello stato, però viene venduto liberamente in tutti i supermercati. Se voi andate in un bar e ordinate un caffè però non venite visti come drogati, allora perché con la Marijuana deve essere diverso ?

    Molti non ne parlano perché la considerano un tabù: tra questi ci sono anche giornali e telegiornali i quali dovrebbero essere il mezzo principale per l’informazione.

    STORIA

    Tutto inizia con la legge emanata dal presidente statunitense Franklin Delano Roosevelt nel 1937 ( “MARIHUANA TAX ACT”). Questa legge non proibiva esplicitamente il consumo della marijuana ma tassó pesantemente la canapa rendendone rischioso il commercio. Difatti la legge si estese a macchia d’olio in tutti gli altri paesi, creando il fenomeno conosciuto come PROIBIZIONISMO.

    In quest’ultimo decennio molti paesi ( tra cui alcuni statunitensi) hanno riconosciuto l’errore commesso e hanno deciso di renderla di nuovo utilizzabile, registrando ingenti entrate. È difficile dare una stima ben precisa del guadagno effettivo da parte dello stato italiano ma è stimato essere nel peggiore dei casi di 2 miliardi l’anno mentre alcuni sostengono fino a 6 miliardi l’anno ( considerando: il risparmio dello svuotamento carceri, uno su quattro è dentro infatti per colpa della cannabis ed 1 carcerato costa allo stato 3.511€ al mese; il ripiego delle forze antidroga che potrebbero concentrarsi su altre droghe più pericolose).

    Persino paesi dell’Africa, considerati da molti del terzo mondo, ci hanno superato, adottando una nuova visione nei confronti della cannabis.

    Concludo chiedendovi di firmare questa petizione per non lasciare la vendita della cannabis in mano alla criminalità organizzata e quindi di liberalizzarla ed evitare perciò di far fumare schifezze a chi la compra per strada.

    IN DEFINITIVA Questa petizione vuole :

    1) Sollevare un problema tangibile da più di 6 milioni di italiani ( se non più ) informando sull’argomento il più alto numero di persone;

    2) Chiedere la liberalizzazione della marijuana, in particolare sul possesso e l’autoproduzione.

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.