Gli animali in Sardegna: combattiamo i maltrattamenti e l'indifferenza.

Petizione creata da:

barbara piccinnu

Firme 0

Obiettivo 5000

FIRMA
  • Giulia Furst ha firmato la petizione 4 giorni fa
  • Franca maria Balardi ha firmato la petizione 20 giorni fa

Gli animali in Sardegna: combattiamo i maltrattamenti e l'indifferenza.

Petizione scritta da Paola Sechi e da me totalmente condivisa raccogliamole firme per cambiare la situazione. Gli animali in Sardegna: combattiamo i maltrattamenti e l'indifferenza. Statuto della petizione A: Al Presidente della Regione Sardegna I cittadini della Sardegna sono indignati e preoccupati per le condizioni in cui versano gli animali della nostra regione, per la proliferazione del randagismo e per sempre maggiori episodi di maltrattamenti a cui essi sono sottoposti- In considerazione dell? impegno e del sacrificio di piccole associazioni che aiutano e soccorrono animali (cani/gatti) feriti, malati, o abbandonati, sobbarcandosi spese e oneri che dovrebbero essere di competenza della regione, dei Comuni e delle Asl, così come previsto dalla legge nazionale 281 del 14/08/91 e delle leggi regionali n. 21 del 18/05/94 e n. 35 del 01/08/96 ; in considerazione inoltre, dell?immobilismo di Regione/Comuni/Provincie che ha fatto sì che la Sardegna si collochi a giudizio di cittadini e visitatori, fra le regioni a più alto tasso di negatività per il rapporto uomo/animale, si chiede oltre all?applicazione e rispetto della predetta legge (n, 21) finora disattesa o applicata solo in parte, l?integrazione ed inserimento dei seguenti art.: Convenzione con strutture private Art. 1 le strutture private convenzionate con i comuni per la cattura ed il ricovero dei cani vaganti, devono avere i requisiti previsti dalle norme generali emanate come applicazione delle leggi nazionali 281 del 14/08/91 e dalle leggi regionale n. 21 del 18/05/94 e n. 35 del 01/08/96: a)reparti per il ricovero permanente; b)un reparto di isolamento temporaneo in caso di necessità; c)un ambulatorio veterinario d)la presenza di personale qualificato che garantisca l?assistenza sanitaria; Art. 2 le strutture di ricovero private convenzionate con i comuni devono essere munite di un apparato di video sorveglianza interno che copra tutte le zone della struttura al fine di garantire una facile visibilità ai responsabili del controllo la cui composizione è stabilita dal successivo art. 6 della presente proposta; Art. 3 le strutture di ricovero private possono stipulare convenzioni con i comuni presenti in un raggio di 50 km in linea d?aria dalle medesime; Art. 4 Le strutture di ricovero private devono bimestralmente relazionare con documentazione cartacea o magnetica o elettronica sui decessi su eventuali eutanasie e terapie effettuate su autorizzazione, o direttamente, dalle Asl competenti per territorio; Art. 5 i Comuni non possono stipulare convenzioni: a) Con strutture private qualora non sussista il rispetto di quanto convenuto negli art. n.1, n.2, n.3 della presente proposta; b) Con strutture i cui titolari o responsabili a qualunque titolo abbiano subito condanne amministrative o penali per violazione sulle leggi per la tutela ed il rispetto degli animali; c) Se nella convenzione non vengono specificati gli obiettivi riguardanti le attività di adozione ed i servizi offerti al pubblico; d) In presenza di parere sfavorevole, motivato e documentato, da parte di associazioni di volontariato accreditate e attive sul territorio; e) Qualora la struttura sia sovraffollata ovvero non sia osservato il rispetto numerico per cui era stata originariamente dimensionata; Art. 6 I Comuni convenzionati con strutture private devono istituire un organo di controllo costituito da : a) n. 1 rappresentante del comune convenzionante; b) n. 1 responsabile della Asl competente per territorio; c) n. 1 responsabile Associazione animalista attiva presente nel territorio del comune convenzionante; d) n. 2 responabili di Associazioni animaliste, accreditate e attive, presenti nel territorio regionale. Sterilizzazioni I servizi veterinari delle AA SS LL in applicazione delle leggi n. 281( Nazionale) n. 21 (regionale) e della presente proposta provvedano a : a) sterilizzare i cani e di gatti presenti nelle strutture sia pubbliche che private convenzionate con i Comuni; b) sterilizzare i cani femmina dati in adozione dalle Associazioni di volontariato, previo inserimento di microchip; c) sterilizzare gli animali femmina detenuti da cittadini appartenenti a fasce sociali deboli e persona senza fissa dimora o assimilabili; d) sterilizzare gli animali femmina che abitualmente vengono lasciati dai proprietari a vagare per le strade vicino alle proprie abitazioni , fatte salve, per il proprietario, le sanzioni già previste per la omessa e/o cattiva custodia dell?animale. I costi dell?intervento saranno a carico del proprietario, con quota da stabilire, fatto salvo il proprietario appartenete a fasce sociali deboli, in base al reddito dello stesso; e) ricorrere a convenzioni con strutture private e personale esterno, se non dotate delle necessarie strutture sanitarie e di sufficiente personale tecnico e veterinario; f) assicurare prestazioni sanitarie necessarie per gli animali( cani, gatti) detenuti da cittadini appartenenti alle fasce sociali più deboli, alle persone senza fissa dimora o assimilabili. Affido e adozione dei cani e gatti a) per l?affidamento e adozione dei cani e dei gatti da parte di canili o gattili comunali, canili o gattili privati convenzionati, Associazioni di Volontariato e/o privati cittadini, la Regione sardegna deve predisporre dei ?Moduli di Affido? che devono obbligatoriamente essere compilati all?atto di affido dell?animale; tali moduli devono contenere i dati dell?affidante e dell?affidatario: Nome, Cognome, data di nascita, residenza, numero di telefono, e, se in possesso, di posta elettronica, numero di documento valido di riconoscimento, codice fiscale, i dati noti di provenienza dell?animale affidato, qualora si tratti di un cane il suo numero di microchip o, qualora il cane ne fosse sprovvisto, l?impegni inderogabile da parte dell?affidatario ad adempiere alla registrazione dell?animale all?anagrafe canina entro e non oltre il numero di giorni previsti, ex legis, dalla data di affido; b) le schede di affido devono essere redatte in triplice copia: una copia per l?affidante, una copia per l? affidatario, e una copia per essere consegnata dall? affidatario agli uffici comunali del comune di residenza/domicilio che devono farne tempestiva comunicazione al servizio veterinario competente; c) l?inosservanza degli atti su menzionati è punita con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 50 ad euro 300, salvo che il fatto non costituisca retao. Anagrafe canina a) Oltre e a quanto già previsto dalla legge regionale n.21 il proprietario del cane è tenuto a comunicare entro sette giorni dall?evento al servizio veterinario: 1) La morte del cane 2) Il cambio di proprietari del cane 3) Il cambio di residenza/domicilio e /o di numero di telefono del proprietario; l?omissione delle suddette comunicazioni è punita con la sanzione amministrativa da euro 50 a euro 100;ù b) In caso di smarrimento dell?animale il proprietario è tenuto a darne comunicazione entro due giorni dall?evento al servizio veterinario di appartenenza. L?omissione della suddetta comunicazione è punita con la sanzione amministrativa da euro 50 a euro 100 salvo che il fatto costituisca reato di abbandono.

Condividi su:

Petizioni simili

Gli animali in Sardegna: combattiamo i maltrattamenti e l'indifferenza. 27/10/2008 | firmiamo.it

firmiamo.it è un marchio commerciale di Media Asset spa copyright 2010 - 2024

P.IVA 11305210012
Azienda certificata ISO 27001 numero: SNR 11572700/89/I
Azienda certificata ISO 9001 numero: SNR 59022611/89/Q

Informativa
Noi utilizziamo cookie o altri strumenti per finalità tecniche e, previo il tuo consenso, anche cookie o altri strumenti di tracciamento, anche di terze parti, per altre finalità (“interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell'esperienza”, “misurazione” e “targeting e pubblicità”) come specificato nella cookie policy.
Per quanto riguarda la pubblicità, noi e terze parti selezionate, potremmo trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per le seguenti finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto.
Per selezionare in modo analitico soltanto alcune finalità è possibile cliccare su “Personalizza”.
Chiudendo questo banner tramite l’apposito comando “Continua senza accettare” continuerai la navigazione del sito in assenza di cookie o altri strumenti di tracciamento diversi da quelli tecnici.