Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Equiparazione età pensionabile tra Uomini e Donne

  • firme
    0 / 5000

    Creata da

  • petizione

    [i]Manifesto appello per l?equiparazione dell?età pensionabile di donne e uomini[/i] [b]EQUIPARARE-INNALZARE-INCLUDERE[/b] Noi, uomini e donne, siamo convinti che dalla diversità nasca la ricchezza, siamo consapevoli che nel nostro paese sia necessario creare condizioni per un cambiamento sociale ed economico per una vera evoluzione culturale e sessuale, che metta uomini e donne sullo stesso piano, lavorativo ma anche familiare; noi siamo convinti che il termine ?equiparare? non significhi fare finta che uomini e donne siano uguali, ma mettere tutti in condizione di giocare ogni partita culturale, sociale ed economica sul piano della meritocrazia; noi, siamo consapevoli che le donne sono risorsa irrinunciabile per la crescita e lo sviluppo italiano, ma purtroppo sottoutilizzata dal Paese in campo lavorativo; convinti della necessità di un patto intergenerazionale e tra i sessi per migliorare la qualità della vita, per non costringere le donne di oggi e di domani a un continuo barcamenarsi tra gestione della vita familiare e della vita professionale, che ad oggi obbliga le donne italiane a una grave disparità sia nel campo lavorativo che in regime pensionistico, dovuta ad anni di contribuzione insufficienti a causa di un ingresso tardivo nel mercato del lavoro e alle difficoltà di conciliazione della vita familiare e lavorativa; forti della procedura d?infrazione avviata dalla Corte Europea che ricorda come in Italia la disparità retributiva tra uomini e donne si faccia ancora più pesante in tempi di riposo, oltre che nei periodi di attività lavorativa; consapevoli dell?urgenza di riformare un welfare adeguato ai cambiamenti della società italiana che passi dalle parole equiparare, includere e innalzare; noi chiediamo al Governo italiano e alle istituzioni di impegnarsi a garantire: * Innalzamento ed equiparazione dell?età pensionabile di anzianità a 65 anni, per uomini e per donne Vincolando le risorse derivate da questo provvedimento a: * Aumento della spesa dedicata al welfare fino al 2,3% del PIL entro il 2010 * Offerta di asili nido per il 33% dei bambini entro il 2010 * Agevolazioni nelle rette per le famiglie a basso reddito e per le madri single * Riduzioni fiscali alle donne per incentivare l?ingresso nel mondo del lavoro * Voucher in busta paga per agevolare il pagamento di lavori per la cura della casa, baby sitting, assistenza ad anziani e disabili * Incentivi alla creazione di nidi aziendali, anche attraverso incentivi alle imprese * Più congedi di paternità, non cedibili * Promozione della Banca delle Ore * Promozione, rigorosamente bisex, dell?orario flessibile e del part time reversibile * Collaborazione tra aziende, comuni e regioni per potenziamento asili nido, strutture sportive e culturali dopo scuola, servizi di cura e sostegno per anziani e disabili * Formazione continua per le donne che rientrano dalla maternità * Sostegno e incentivo all?imprenditorialità femminile con la continua applicazione della Legge 215/ 1992 Solo con l?applicazione di tutte queste condizioni si potrà superare insieme una discriminazione come quella dell?età pensionabile tra uomini e donne; In attesa di un cambiamento politico e culturale che da qui può nascere, [b]Sottoscriviamo e diamo forza a questo appello.[/b]

  • firmiamo.it è un marchio commerciale di Media Asset spa copyright 2010 - 2022
    P.IVA 11305210012
    Azienda certificata ISO 27001 numero: SNR 11572700/89/I
    Azienda certificata ISO 9001 numero: SNR 59022611/89/Q
  • privacy
  • termini e condizioni

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.