Disservizi Poste Italiane: spedizioni ferme a Peschiera Borromeo (al CMP)

Petizione creata da:

Angel Cottrau e diretta a Scopri di più

Firme 0

Obiettivo 10000

FIRMA
  • Valerie Contu ha firmato la petizione 4 giorni fa
  • Roberto Masieri ha firmato la petizione 25 giorni fa
  • Marta De Filippo ha firmato la petizione 15 giorni fa

Disservizi Poste Italiane: spedizioni ferme a Peschiera Borromeo (al CMP)

"In lavorazione presso il Centro Operativo Postale di Peschiera Borromeo"... è il classico messaggio del servizio di tracciatura postale fornito da Poste.it. Fin qui nulla di strano, sennonché il messaggio rimane lo stesso per settimane a volte per quasi un mese, specialmente quando si attende di ricevere un spedizione dall'estero (indifferentemente dalla nazione di provenienza - paesi UE ed extra-UE), ovvero la spedizione rimane parcheggiata al centro operativo postale di Peschiera Borromeo in lavorazione e sovente capita che la spedizione venga recapitata con notevoli ritardi (in barba agli extra costi che si è disposti a pagare per avere una spedizione rapida), oppure venga restituita al mittente (evento che capita sempre più spesso) o peggio la spedizione scompare da tutti i radar...


I servizi di tracking, utilissimi strumenti per tenere sotto controllo la propria spedizione, sono strumenti veritieri? Siamo sicuri che il tracking della spedizione corrisponda alla realtà? Siamo sicuri che una spedizione un giorno risulti in consegna e il giorno dopo risulti rispedita al mittente senza che ci sia stato un reale tentativo di recapito?

Nel centro di Peschiera Borromeo, alle porte di Milano - uno dei più grandi d’Europa -, la corrispondenza viene smistata in modo completamente automatico dall'apertura dei sacchi fino alla preparazione dei “mazzetti” di lettere suddivisi per destinazione geografica. I macchinari sono dotati di un sistema automatico di riconoscimento del francobollo, di timbratura e di lettura dell’indirizzo. Il tutto ad altissima velocità e con l’intervento dell’operatore limitato solo alla lavorazione della posta non meccanizzabile (perché manca il francobollo o l’indirizzo è incompleto o l'indirizzo non rispetta gli standard di lettura della macchina).

Quante lavorazioni deve fare l'operatore? Le rilavorazioni dell'operatore che ordine di priorità seguono?

La risposta a questi quesiti potrebbe sciogliere il dilemma dei ritardi di recapito e delle restituzioni al mittente.

Senz'altro risulta più comodo, per rispettare i livelli di qualità dettati propedeutici all' ottenimento di finanziamenti pubblici, indicare che non è stato possibile consegnare la spedizione anziché dedicare risorse e lavorare meglio per mantenere una servizio efficiente!!!

Per non parlare dello scarso e quasi inutile supporto del servizio di assistenza clienti.

E pur vero che Poste Italiane sia già nota per truccare i test di qualità del servizio di consegna (rif. inchiesta de Il Fatto Quotidiano sulle lettere civetta)


In tutto ciò chi subisce siamo tutti noi:

Come contribuenti - perché i contributi statali che Poste Italiane riceve sono soldi versati dalle tasse degli Italiani Come clienti - perché ci troviamo a dover pagare per un servizio non erogato Come consumatori - perché nell'utilizzo sempre più intenso dei canali di commercio elettronico si finisce per comprare merce recapitata in ritardo (nel migliore dei casi) o mai recapitata.

L' Amm. Delegato e Direttore Generale del Gruppo Poste Italiane, il Ministro dello Sviluppo Economico, la Procura della Repubblica, l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, tutti gli Organismi di Controllo devono intervenire per fare chiarezza affiché l'Italia non venga identificata come lo zimbello internazionale nei servizi postali, affinché non si debba essere costretti a scegliere di utilizzare fornitori di servizi postali stranieri soltanto perché garantiscono servizi efficienti e di qualità, affinché i nostri sforzi nel corrispondere ai tributi imposti siano ripagati da un servizio impeccabile!!!

Firmiamo la petizione

Condividi su:

Petizioni simili

Disservizi Poste Italiane: spedizioni ferme a Peschiera Borromeo (al CMP) 03/01/2017 | firmiamo.it

firmiamo.it è un marchio commerciale di Media Asset spa copyright 2010 - 2024

P.IVA 11305210012
Azienda certificata ISO 27001 numero: SNR 11572700/89/I
Azienda certificata ISO 9001 numero: SNR 59022611/89/Q

Informativa
Noi utilizziamo cookie o altri strumenti per finalità tecniche e, previo il tuo consenso, anche cookie o altri strumenti di tracciamento, anche di terze parti, per altre finalità (“interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell'esperienza”, “misurazione” e “targeting e pubblicità”) come specificato nella cookie policy.
Per quanto riguarda la pubblicità, noi e terze parti selezionate, potremmo trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per le seguenti finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto.
Per selezionare in modo analitico soltanto alcune finalità è possibile cliccare su “Personalizza”.
Chiudendo questo banner tramite l’apposito comando “Continua senza accettare” continuerai la navigazione del sito in assenza di cookie o altri strumenti di tracciamento diversi da quelli tecnici.