Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • DIMISSIONI DEI VERTICI CIRCUMVESUVIANA E RIDUZIONE ABBONAMENTI

  • firme
    0 / 10000

    Creata da
    Stanislao Scognamiglio

  • petizione

    La Vesuviana da anni sottopone la clientela a veri e proprie limitazioni del diritto di libero spostamento sul territorio nazionale garantito dalla Costituzione.
    A causa di vetture risalenti agli anni '70 mai sostituite, i guasti e i treni fermi determinano ritardi e soppressioni in numero record e i passeggeri non raggiungono mai la destinazione in orario anche organizzandosi ore prima della partenza, solo per poche decine di chilometri! i treni sono fatiscenti e insicuri. Spesso frenate improvvise cagionano rovinose cadute dei passeggeri. All'interno delle carrozze spesso piove. E d'estate la mancanza assoluta di impianti di condizionamento cagiona malori e svenimenti all'ordine del giorno. i turisti non possono contare su un adeguato servizio di assistenza e informazioni. I display elettronici adibiti alla segnalazione delle fermate non sono mai aggiornate e spesso non funzionano in sincrono con le fermate. Spessissimo indicano stazioni di altre linee! I turisti inoltre vengono accolti alle biglietterie da personale maleducato e senza la minima conoscenza dell'inglese. Le informazioni vengono date a gesti o in dialetto.
    Gli incidenti e gli incendi a bordo si sono triplicati e sempre più di frequente i passeggeri possono essere invitati a scendere dal treno e proseguire a piedi sui binari come si vede dalla foto.
    La Vesuviana è per la maggior parte utilizzata da lavoratori precari e studenti i quali si sobbarcano costi di abbonamenti di molte decine di euro mensili. per fare un esempio, la tratta minima costa €40, se copre solo il tragitto del treno della Vesuviana, €50 se in abbinamento con altri mezzi di trasporto. Costi esorbitanti e talvolta totalmente ingiustificati rispetto alla natura deficitaria del servizio. Per questo chiediamo le dimissioni del Presidente dell'Eav e la riduzione delle tariffe di tutti gli abbonamenti, compresi quelli denominati "Tic" che consentono l'uso abbinato di treni, bus e metro in misura del 50% a titolo anche di risarcimento per i danni che i viaggiatori subiscono quotidianamente!

  • Brigitte Schett ha firmato la petizione 17 giorni fa

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.