Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Decreto per la riduzione dell'iva sulla vendita di animali vivi usati nella caccia

  • firme
    0 / 10000

    Creata da
    AnimaLive

  • petizione

    E' SCANDALOSO E INACCETTABILE CHE, NEL PIENO DI UNA PANDEMIA CHE CI COSTRINGE A RIPENSARE IL RAPPORTO CON ANIMALI E NATURA, UNA MISURA NECESSARIA ALLA RIPRESA DEL PAESE VENGA USATA PER FAVORIRE LA LOBBY DELLA CACCIA!

    Il Decreto Sostegni-bis recante "misure urgenti connesse all'emergenza da Covid-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali" (AC 3132) è stato approvato dall'Aula della Camera, che ha votato con 444 voti favorevoli la questione di fiducia posta dal Governo.

    Tra le misure previste dal testo unico, anche quella introdotta con un emendamento - a firma congiunta Buratti (PD), Fragomeli (PD), Golinelli (Lega), Liuni (Lega) - che riduce al 10% l'IVA degli animali vivi ceduti per l'attività venatoria.

    Tale misura, pur avendo durata limitata al 31 dicembre, comporterà un onere per lo Stato di 500 mila euro, in soli cinque mesi! Soldi pubblici pagati dai cittadini e sottratti a più nobili e prioritari impieghi. Inoltre, il provvedimento introduce un precedente gravissimo, aprendo di fatto la strada a successivi tentativi di renderlo definitivo.

    E' scandaloso e inaccettabile che, con la pandemia che si trascina da oltre un anno e ci costringe a confrontarci urgentemente con il problema delle zoonosi e del rapporto con gli animali selvatici, il Parlamento approvi una disposizione per ridurre l'IVA sugli animali vivi usati nella caccia, favorendo di fatto il contatto tra umani e selvatici, con in risultato di incrementarne il consumo e di aumentare il numero degli animali cacciati e uccisi.

    Il provvedimento passa ora all'esame del Senato.
    Chiediamo ai Senatori e al Governo di intervenire per bloccare l'insensato tentativo di promuovere la caccia approfittando di un Decreto che ha lo scopo di sostenere il Paese in un momento drammatico per l'intera collettività.

    Per non tornare come prima, è necessario agire e fare tutti la propria parte in modo concreto, per cambiare le cose, uscire dal tunnel per non rientrarci domani, approdare a una normalità che sia davvero nuova.

  • Davide riti.davide@libero.it ha firmato la petizione 07 ore fa
  • Giuseppe Crupi ha firmato la petizione 4 giorni fa
  • elena zucchini ha firmato la petizione 13 giorni fa

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.