Dal 2007 il primo sito di petizioni italiano 12.151.633 firme raccolte

  • Basta tortura e vivisezione animali per inutili ricerche!

  • firme
    0 / 10000

    Creata da
    Claudia Levi

  • petizione

    12 milioni di animali sono uccisi ogni anno nei laboratori europei per una pseudo-scienza senza logica che mette in atto STUDI INUTILI E NON APPLICABILI ALL'UOMO!

    L'orrore si consuma tragicamente anche nei laboratori italiani dove, per analizzare gli effetti tossici dell'alcol nei neonati, dei piccoli di ratto sono stati strappati via dalle loro madri per essere messi in una gabbia ad inalare i vapori dell'alcol 3 ore al giorno tutti i giorni per 3 mesi. Terminato l'esperimento, ad alcuni sono state iniettate del cervello delle sostanze chimiche per poi essere uccisi dopo 4 giorni, altri sono stati direttamente ammazzati e poi sezionati.

    La cosa assolutamente assurda è che gli effetti dell'alcol sono già noti e sappiamo già che va assolutamente limitato - se non evitato - sia in gravidanza che nei piccoli. Cosa stanno studiando quindi?!?!? E come se non fosse abbastanza, lo sviluppo dei ratti non è assolutamente paragonabile a quello degli esseri umani per cui questi studi non hanno alcun senso!!

    I dati sono assolutamente reali e vengono direttamente dalla ECEAE (Coalizione europea contro la vivisezione) di cui la LAV è rappresentate per l'Italia.

    Spiega Michela Kuan, biologa responsabile LAV Vivisezione: Gli esperimenti descritti sono solo alcuni drammatici esempi di quel che accade nei laboratori, senza alcun fondamento scientifico e senza alcuna considerazione per la vita e la sofferenza di esseri senzienti, vittime di sperimentazioni che vengono incredibilmente autorizzate nonostante le evidenti impossibilità di ottenere dati applicabili all’uomo, che si differenzia da ogni altro animale per genetica, anatomia, fisiologia, contesto socio-psicologico e condizionamento ambientale. Pensare e accettare che queste violenze siano il prezzo da pagare per l’avanzamento della ricerca è sbagliato. Se si vuole fare un passo avanti nella scienza bisogna abbandonare il modello animale che appartiene a una ricerca della fine dell’800, mai validata dal punto di vista scientifico, mentre le nuove tecnologie senza animali, si sono dimostrate utili, rapide ed etiche.”

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.