Assistenti sociali ko

Petizione creata da:

Sebastiano Leotta e diretta a Scopri di più

Firme 0

Obiettivo 50000

FIRMA
  • Valerie Melato ha firmato la petizione 03 ore fa
  • Marta Sacchini ha firmato la petizione 4 giorni fa
  • Eva Bettedi ha firmato la petizione 22 giorni fa

Assistenti sociali ko

È sacrosanto e nobilmente giusto,rimuovere queste figure dal panorama amministrativo Italiano,perché sostanzialmente l'assistente sociale non ascolta e non fa dibattiti tra l'accusato e il referente delle probabili fonti accusatorie, va soltanto a far visita a genitori increduli di tali situazioni in essere,e con l'ausilio di psicologia dell'ASL o Centri territoriali Salute Mentale,redigono lunghi paragrafi e testi che indirizzano al Giudice del TM, e nel 90% delle volte,allontanano bambini perché le situazioni dei bambini si devono verificare...Dopo qualche mese,all'UDIENZA in TM o Procura,il minore dichiara che sta bene col nuovo tutore, mentre in quegli agghiaccianti minuti di strappo forzato,quindi sequestro del figlio/a,il predetto bambino/a non vuole separarsi dal genitore naturale,come si evince dal pianto assordante e dalle lacrime a valle ai massimi livelli proprio di madre/padre e figlio.Sì incalcano racconti fantascientifici sui genitori,che sono violenti o addirittura mostri da cui starne alla larga,hanno un approccio diretto e bugiardo che seduce il piccolo/a,in attesa che i genitori lo rivengano a prendere,e non vedendoli mai giungere da lui/lei,si rassegna e si svincola dalla famiglia originaria,per insediarsi con queste persone,che a grande sostenimento dell'opinione popolare,paga le assistenti sociali,che non fanno comparire sui bilanci comunali questi entroiti di "fascette",perché altrimenti sarebbe una condanna per l'Albo cui sono iscritte,e commissione di grave reato,e cioè abuso d'ufficio e appropriazione indebita e fraudolenta,nonché finalizzata alla corruzione nel ruolo di "PUBBLICO UFFICIALE",al quale le conferisce il Sindaco,lo Stato,ed anche i TM,incuranti di tali schifezze etiche.Non c'è il diritto di discolparsi o di riavviarsi nella società come famiglia che vuole riscattarsi dalle fandonie rese per vere dai servizi sociali,ma è solo l'ASSISTENTE SOCIALE,attualmente,che decide le sorti di intere famiglie,non sono controllate,e tutto avviene in anonimato del PREFETTO e di un incaricato del Ministero stesso che è il punto cardine di questo segmento statale,rappresentano divinità assolute e indissolubili,che se si vanno a visionare le statistiche in materia,i racconti sul web,o si va a fare una girata in qualunque località o nelle città stesse,si noterà che questa mia tesi non è inventata e non ho nessun conto in sospeso con queste impiegate comunali"SPECIALI".È un dato di fatto,che va fermato,perché si sta massacrando l'unità familiare che cita la Costituzione.Non metteno validi strumenti programmatici per aiutare o scansionare i problemi interni che possono far derivare quel di cui li denuncia la gente,ma sanno solo mandare educativa domiciliare,che ti fanno parlare,ma non ti risolvono l problema:il vero aiuto in tanti casi delegati al servizio sociale e' aiuto alla mamma nel cambiare il pannolino al figlio mentre lei le fa il latte,farlo giocare con i giocattoli idonei e la mamma pulisce pavimenti,spolvera mobili e lava vetri o viceversa,in contesti dove i figli sono numerosi,invece non fanno nulla di utile,se nonche' facendo sentire la presenza onnipotente della loro mandante(ASSISTENTE SOCIALE),e mantenendoti quel pensiero che un giorno ti possono levare i figli,eseguono una riduzione della podestà genitoriale,mentre ti dicono che e' solo un veicolo di supporto che con la buona volonta' e collaborando coi servizi,saremo sganciati:Ma quando,in quale data,al raggiungimento di quale obiettivo?Se si va a colloquiare con l'Ass.Sociale di questo discorso,dice che ci vogliono garanzie,sopratutto:LAVORO E STABILITA DI UNA CASA PER I MINORI,ma quando stai per completare la sua richiesta,si nega di averlo detto,e dice che ci deve monitorare e/o ancora non puo' liberarci da questo assedio di controllo,vedendoli in casa,e restringendo di fatto l'autorità di padre e madre che ricopriamo;il danno maggiore e' che al genitore non e' consentito registrare colloqui,quiz che ti tendono a voce,altresi loro sono in diritto di poterlo fare per la legge vigente.un esempio,è come la caccia alle Streghe del periodo Medievale,solo che queste cose avvengono ancora negli anni 2000.CHIEDO COMUNQUE SIA,che chi vorrà sostenere la mia battaglia è ringraziato non solo da me,ma anche e sopratutto da quelle migliaia di famiglie incombenti in queste strade senza uscita.Grazie

Condividi su:

Petizioni simili

Assistenti sociali ko 12/11/2016 | firmiamo.it

firmiamo.it è un marchio commerciale di Media Asset spa copyright 2010 - 2024

P.IVA 11305210012
Azienda certificata ISO 27001 numero: SNR 11572700/89/I
Azienda certificata ISO 9001 numero: SNR 59022611/89/Q

Informativa
Noi utilizziamo cookie o altri strumenti per finalità tecniche e, previo il tuo consenso, anche cookie o altri strumenti di tracciamento, anche di terze parti, per altre finalità (“interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell'esperienza”, “misurazione” e “targeting e pubblicità”) come specificato nella cookie policy.
Per quanto riguarda la pubblicità, noi e terze parti selezionate, potremmo trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per le seguenti finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto.
Per selezionare in modo analitico soltanto alcune finalità è possibile cliccare su “Personalizza”.
Chiudendo questo banner tramite l’apposito comando “Continua senza accettare” continuerai la navigazione del sito in assenza di cookie o altri strumenti di tracciamento diversi da quelli tecnici.